Wolverhampton-Torino 2-1: i granata si arrendono, finisce il sogno europeo

Il Torino cade anche al Molineux e abbandona l'avventura europea.

L'esultanza di Dendoncker in Wolverhampton-Torino 2-1. Foto:
L'esultanza di Dendoncker in Wolverhampton-Torino 2-1. Foto: "Wolves" (Twitter)

Wolverhampton-Torino 2-1: analisi del match

Serviva un miracolo dopo la sconfitta interna per 2-3, ma così non è stato. Il Torino perde anche il ritorno contro il Wolverhampton e dice così addio all’Europa League. Una gara che ha comunque visto i granata combattere e mettere in difficoltà la squadra di Espirito Santo. Nei primi 20 minuti il Toro comanda il gioco, costringendo i padroni di casa alla difensiva e andando vicino al gol con due conclusioni da fuori di Baselli e Rincon. Alla prima occasione buona però, i Wolves passano in vantaggio, su una percussione del solito Traorè che serve in area per Raul Jimenez. Il messicano non perdona, i lupi sono in vantaggio. La squadra di Mazzarri accusa il colpo ma riesce a rendersi ancora pericolosa con un colpo di testa di Zaza. Ad inizio ripresa ci provano ancora i granata nel tentativo di riaprire la gara. Gara che alla fine viene riaperta al 58′ da un colpo di testa del gallo Belotti. Nemmeno il tempo di esultare però, che Dendoncker riporta in vantaggio il Wolverhampton. Un gol che taglia le gambe ai granata che, nel finale, provano un disperato assalto finale che sfocia in due colossali occasioni per Meitè e Belotti, ma non basta. Il Molineux può esultare, il Wolverhampton passa il turno. Il Toro esce a testa alta ma con tanti rimpianti.