Villar Perosa, là dove la tradizione della Juventus viene prima di tutto

Villar Perosa / Il piccolo paesino di Villar Perosa, situato nella provincia di Torino tra le montagne della Val Chisone, è un luogo indissolubilmente legato alla Juventus.

Ogni anno, infatti, i bianconeri disputano qui, davanti ai tifosi più entusiasti e fedeli, l’ultima amichevole pre-campionato, quella che li vede contrapposti alla seconda squadra. Quest’anno, sicuramente più degli altri, la partita avrà un sapore speciale. L’esordio in bianconero di Cristiano Ronaldo, infatti, vero e proprio pupillo della campagna acquisti estiva bianconera, regala a questa partita un sapore anche più commerciale, sapore che, tuttavia, non è riuscito a stravolgere le abitudini del club.

L’esordio del fuoriclasse

La tradizione di giocare qui, infatti, non è stata scalfita nemmeno da CR7. In molti, a causa della folla che sicuramente si sarebbe accumulata nel piccolo borgo montano, avevano proposto di giocare all’Allianz Stadium la partita. La risposta, ovviamente, è stata negativa. L’amichevole Juve A-Juve B si farà a Villar Perosa, oggi più che mai.

Il paese si è legato alla Juventus dal momento che qui vi era la dimora della famiglia Agnelli, storica dinastia che, dagli inizi del 900, possiede la proprietà del club. L’Avvocato Gianni Agnelli volle fortemente dare inizio a questa tradizione e la partita, giocata inizialmente per mostrare ai tifosi la nuova squadra prima dell’inizio del campionato, divenne un punto di ritrovo per i tifosi più appassionati.

Negli ultimi anni, la partita si è sempre conclusa con l’invasione pacifica di campo. Difficile, però, che questo accada anche quest’anno, dal momento che le misure di sicurezza saranno alle stelle. L’attesa per il nuovo numero 7 bianconero è davvero alle stelle, i tifosi non vedono l’ora di poterlo, finalmente, ammirare sul campo con la maglia a strisce e non più con quella di allenamento.

Tra una settimana l’inizio del campionato e le prime partite serie. Villar Perosa è solo l’antipasto di quello che vedremo durante la stagione. I tifosi già sognano trionfi e trionfi con il loro nuovo campione. Ma anche lui, come tutti, dovrà prima passare di qui, dove la storia e la tradizione vengono prima di tutto.