Veloso all’Hellas Verona: è l’acquisto giusto per la squadra veneta?

Veloso Hellas Verona
Foto: Hellas 1903

Doppio colpo a centrocampo

L’Hellas Verona ha preso due rinforzi per la propria mediana: Badu e Veloso. Il primo acquisto è stato quello del centrocampista ghanese ex Udinese, Emmanuel Badu. Il calciatore classe 1990, nella squadra friulana, ha visto molto poco il campo, ha giocato solo 161 minuti e nel club veneto troverà molto più spazio. Il giocatore arriva a Verona sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto.

Il secondo, Miguel Veloso, del quale manca solo l’ufficialità, raggiunge il Veneto da svincolato. Nella giornata di ieri ha sostenuto le visite mediche di rito e ora è pronto a mettere la firma sul suo contratto pluriennale che lo legherà all’Hellas. L’avventura di Badu a Verona è già cominciata, il ghanese ha raggiunto i suoi compagni e l’allenatore, Ivan Juric. Quella del portoghese deve ancora iniziare, ma a breve prenderà il suo avvio. Ed è proprio lui di cui vi andremo a parlare.

È lui l’uomo giusto per l’Hellas?

Una domanda che è sorta sicuramente nelle menti dei tifosi veronesi, riguardo a Veloso, è stata questa: sarà lui l’acquisto giusto per la mia squadra, per l’Hellas Verona? È abbastanza difficile trovare una risposta giusta per questa domanda perché d’altronde tutto è possibile. Veloso potrebbe dimostrare molto ma potrebbe anche non riuscire ad esprimersi al meglio in questa nuova avventura.

Di lui si possono dire molte cose ed una tra queste è il fatto che, pur essendo svincolato dal Genoa, conosce molto bene la Serie A. Il maggior campionato italiano è stato la sua casa per ben 4 anni e mezzo. In questo lungo periodo ha collezionato ben 115 presenze, realizzando però solo 3 reti. Conosce molto anche il gioco di Ivan Juric ed è convinto che riuscirà a trasmetterlo ai suoi nuovi compagni. Come abbiamo detto, c’è una buona percentuale che faccia bene con l’Hellas Verona, il ruolo che ricoprirà nel campo, molto probabilmente, sarà quello di regista di centrocampo. Ha diversi punti di forza: il fisico e la tecnica non gli mancano, ma soprattutto ha una buona visione di gioco, che gli permette di impostare in modo intelligente ed efficace.

Scopriremo con certezza che sarà l’uomo ideale per il club gialloblù solo guardando i risultati in campo e il suo modo di giocare o per meglio dire la sua filosofia.