Uruguay – Russia 3-0, dichiarazioni e pagelle. Laxalt la spina nel fianco russo, Cavani si sblocca

Uruguay - Russia 3-0, dichiarazioni e pagelle
Uruguay - Russia 3-0, dichiarazioni e pagelle

Finisce con un secco 3-0 la sfida tra Uruguay e Russia. Decisive le reti di Suarez e Cavani, condite dall’autogol di Cheryshev sul tiro di Laxalt. Vediamo insieme le pagelle della gara, nettamente controllata dalla nazionale di Oscar Tabarez.

Tabellino e pagelle

Marcatori: 10′ pt, Suarez (U); 23′ pt, Cheryshev (AU); 45′ st, Cavani (U).

Uruguay (3-5-2): Muslera 6; Coates 6, Godin 6, Caceres 6.5; Nandez 6 (27′ st, Rodriguez 6.5), Vecino 6.5, Bentancur 6.5 (17′ st, De Arrascaeta 6), Torreira 6, Laxalt 7; L.Suarez 7, Cavani 7(49’ st, Gomez ng). CT: Tabarez

Russia (4-2-3-1): Akinfeev 5.5; Kudriashov 5, Ignashevich 6, Kutepov 4.5, Smolnikov 4; Gazinsky 5 (1′ st, Kuziaev 5.5), Zobnin 5.5; Samedov 5, Al Miranchuk 4.5 (15′ st, Smolov 6), Cheryshev 5.5 (38′ pt, Mario Fernandes ng); Dzyuba 6. CT: Chercesov

Arbitro: Malang Diedhiou

Top dell’Uruguay: Suarez e Laxalt

Suarez 7: Autore di una prestazione da leader, da “Pistolero”. Lesto e rapido nel conquistare i numerosi palloni persi dagli avversari, letale su calcio piazzato, altruista nel voler far segnare i compagni. A tutto questo va aggiunta la rete strepitosa realizzata al decimo minuto. Con questo Luis Suarez il ct Tabarez può davvero stare sereno.

Laxalt 7: La bella sorpresa dell’Uruguay di oggi è proprio lui, il laterale sinistro del Genoa. Spinge tanto, ha corsa e fisico, tiene distante Dzyuba nonostante non sia un gigante.

Flop dell’Uruguay: Coates

Coates 6: Se proprio bisogna trovare un peggiore, Coates ottiene la sufficienza ma commette, rispetto ai compagni, alcune sbavature correggibili, soprattutto nelle marcature sugli attaccanti. Prestazione comunque sufficiente.

Top della Russia: Dzyuba

Dzyuba 6: Sebbene sia difficile trovare una sufficienza nella formazione russa, Dzyuba va sicuramente premiato per la caparbietà e l’impegno, non assolutamente per le qualità delle giocate. L’ariete è l’unico a provare a fare qualcosa là davanti ma in solitaria diventa tutto assai difficile. Fa a sportellate, prende botte di qua e di là ma è abbandonato a se stesso dai suoi compagni.

Flop della Russia: Smolnikov

Smolnikov 4: Prestazione imbarazzante del terzino russo, capace di rimediare un’ammonizione nei primi minuti e, non contento, conquistarne un’altra al 37’, che costringe la sua squadra a rimanere in dieci. Le lacrime all’uscita dal campo non bastano, giornata da dimenticare per lui.

Le parole di Tabarez

“Siamo molto soddisfatti del lavoro della squadra. Avevo detto di voler vedere miglioramenti e sono stato accontentato. Una grande prestazione contro un buonissimo avversario”. Queste le parole di Oscar Tabarez dopo il 3-0 del suo Uruguay alla Russia. Un successo che garantisce alla Celeste il primo posto nel Gruppo A. “I gol di Suarez e Cavani? È importante che gli attaccanti segnino, ne va della loro soddisfazione personale. In questo modo acquisiscono maggiore autostima ed è un bene per tutti”.

“Abbiamo concesso pochissimo alla Russia, riuscendo poi a renderci spesso pericolosi – aggiunge il ct -. Siamo tutti molto felici per aver chiuso primi nel girone. Per me l’importante resta avere equilibrio in campo, lavoriamo per questo”.