Dalle liste agli orari. Approvate le nuove modifiche

La UEFA ha deciso che per il prossimo triennio si cambia decisamente. I tifosi più romantici dovranno salutare le tradizionali gare di Champions League alle ore 20:45. La storia di questa competizione si è basata su quell’orario e sulla finale che si andava a giocare al mercoledì sera. Poi il giorno dell’ultimo scontro è stato spostato al sabato sempre alle ore 20:45. Da adesso in avanti non sarà più così. Per quanto riguarda l’Europa League, ex Coppa UEFA, da anni ormai si gioca su due fasce orarie, almeno fino agli ottavi di finale ed il tutto non rimarrà invariato, come vedremo in seguito. Ma non saranno solamente gli orari di Champions League ed Europa League ad essere modificati. Arriveranno dei cambiamenti anche per quanto riguarda la lista dei giocatori convocabili ed altre sostanziali novità.

Dalla quarta sostituzione ai 23 giocatori per le finali

Dalla prossima stagione, le squadre che parteciperanno alla finale di una competizione UEFA, che sia Champions, Europa League o Supercoppa Europea, avranno a disposizione 23 giocatori schierabili, anziché 18. Ciò consentirà agli allenatori di poter scegliere tra 12 calciatori che non sono stati scelti come titolari.

Sempre per quanto riguarda la possibilità degli allenatori di scegliere, un’altra novità è destinata a modificare il corso delle competizioni: si sta parlando della quarta sostituzione, però attuabile solamente a partire dai tempi supplementari. Ciò non comporterà alcun influenzamento per quanto riguarda gli altri tre cambi.

Inoltre, variazione anche sull’argomento “lista Champions”. Dopo la fase a gironi, le squadre qualificate agli ottavi o ai sedicesimi di Europa League, un singolo club può tranquillamente inserire nella propria rosa tre calciatori nuovi a propria scelta senza alcuna restrizione. Una soluzione per le squadre che durante la sessione invernale di calciomercato compiono nuovi acquisti.

Le squadre che parteciperanno alla UEFA Champions League saranno 26, includenti ovviamente le vincitrici della passata stagione della stessa coppa e della UEFA Europa League. I posti validi per l’accesso alla Champions League tramite qualificazioni saranno sei. Nel caso di eliminazione, la squadra perdente avrà un’altra possibilità di qualificarsi in Europa League.

Come si diceva, subiranno delle modifiche gli orari di inizio delle partite di Champions League. Due gare inizieranno, in base ad un sorteggio, alle ore 18:55 di martedì e due di mercoledì. Tutti gli altri match avranno inizio alle ore 21. Stessi orari per quanto riguarda l’Europa League nella quale però le partite verranno “spalmate” in queste due fasce orarie. Gli spareggi e le gare dagli ottavi di finale in poi si disputeranno alle 21, sia nell’una che nell’altra competizione. Eventuali modifiche verranno adottate e comunicate dall’amministrazione della UEFA.

A partire dalla stagione 2018/2019, le squadre di UEFA Europa League che hanno vinto tre finali consecutive ed un minimo di cinque coppe, potranno fregiarsi di un distintivo sulla manica della maglia. Di questa riconoscenza, potrà vantarsi il Siviglia che ha vinto del 2006 e nel 2007, poi dal 2014 al 2016.