Tottenham, Kane rinnova! Mossa anti-Real?

Tottenham, Kane rinnova fino al 2024

Nella giornata di ieri è stato ufficializzato dagli Spurs il rinnovo di Harry Kane. Questo l’annuncio sul sito della squadra: “Siamo lieti di annunciare che Harry Kane ha firmato un nuovo contratto di sei anni con il club, che scadrà nel 2024″. “The Hurricane” dunque percepirà dal Tottenham uno stipendio, bonus inclusi, di circa 17,5 milioni all’anno, per un totale di 105 milioni in sei anni.

Mossa anti-Real?

Quello del rinnovo dell’attaccante non è stato solo un annuncio scontato. Erano molte infatti le voci che lo vedevano al Real Madrid. Ma Kane si è confermato a tutti gli effetti un punto fermo dell’attacco degli Spurs. I Madridisti dunque, dopo aver provato a portare al Bernabeu il tecnico Pochettino, perdono un’altro dei loro principali obiettivi per rafforzare la squadra. Il grande carattere della società si è visto parecchio in questo periodo. In due settimane infatti, il presidente Levy ha proposto contratti faraonici sia all’allenatore argentino che al suo bomber. Blindandoli per le prossime stagioni, e fissando le basi per un futuro prosperoso.

I numeri di Kane, obiettivo Shearer?

Cresciuto nelle giovanili del Tottenham, Kane è un attaccante vero e dal rendimento garantito: dalla stagione 2014-15, quella in cui ha cominciato a giocare con regolarità, non ha mai smesso di crescere. Erano stati 21 i gol realizzati in Premier League quell’anno, portati a 25 quello successivo, a 29 nel 2016-17 e a 30 nel campionato appena concluso. Dal 2013 ha messo infatti a segno ben 108 gol. Un’altra ragione per cui l’attaccante inglese ha deciso di prolungare la sua permanenza in Premier, potrebbe essere quella di voler raggiungere il record di Alan Shearer. Ossia il maggior numero di reti segnate nella storia della massima divisione inglese. Il leggendario attaccante di Blackburn e Newcastle, tra il 1988 e 2006 ha siglato la bellezza di 260 gol in campionato. Obiettivo che Kane potrebbe essersi prefissato, decidendo dunque di restare in Premier League. Ipotesi che diventa ora ancora più concreta, c’è tempo almeno fino al 2024 per segnare sempre di più. E siamo certi che le aspettative non verranno deluse.