Torino – Cagliari 1-1, Pavoletti risponde a Zaza

Per il Cagliari è un passo avanti verso la salvezza. Per il Torino una frenata sulla corsa verso l’Europa. La prima sfida domenicale di Serie A finisce 1-1. Due gol, tre espulsi e sette ammoniti.

Simone Zaza esulta dopo il gol messo a segno al cinquantunesimo minuto.

All’Olimpico Grande Torino è successo di tutto: due gol, quelli di Zaza al 52’e Pavoletti al 76′ (dopo il Var review), tre espulsi e sette gialli. Colpaccio della brigata di Maran che fa un ulteriore passo in avanti per l’obiettivo salvezza. Per quella di Mazzarri è una frenata che costa la corsa al quarto posto. Primo tempo ad altissima tensione, ben 5 ammoniti tra cui capitan Barella, prende il giallo dopo meno di 60 secondi. Tra un cartellino e l’altro De Silvestri abbandona il campo al 37’ per una sospetta frattura al naso dopo un contatto fortuito con Klavan. Degno di nota il primo tempo di Baselli, uno dei pochi che prova ad alzare i ritmi e si mostra pericoloso in due occasioni dove Cragno si rifugia in corner. Nel secondo tempo arrivano le reti di Zaza, al 51’ servito da Izzo trafigge il numero uno cagliaritano da distanza ravvicinata, e Pavoletti al 75’, Cigarini scodella una palla al cento dell’area, una chicca per il Pavoloso che anticipa Moretti e insacca di testa.

Cairo: “Arbitraggio squilibrato, è stata un’ingiustizia”

Al termine della gara tra Toro e Cagliari, il presidente granata Urbano Cairo ha parlato così della partita: “Mi è sembrato un arbitraggio molto squilibrato. Io non so cosa abbia detto Zaza per meritarsi l’espulsione, ma so cosa ha detto Barella che ha mandato a quel paese l’arbitro. Se espelli un giocatore a fronte di un’imprecazione, che non so se ci sia stata o meno, finisci una partita con molti squalificati. Lo trovo ingiusto e un arbitraggio squilibrato perchè se applichi la stessa regola lo fai per tutta la partita e ne espelli 10. Perché Barella ha fatto lo stesso a partita appena iniziata e non sono stati presi provvedimenti, a Zaza invece rosso diretto”. Infine carica la squadra per il finale di stagione: “non dobbiamo alzare bandiera bianca, anche se oggi è stata fatta un’ingiustizia”.

I migliori

Cragno 6.5 – Nulla può sulla conclusione da distanza ravvicinata di Zaza. Per il resto si fa sempre trovare pronto. Sia su Ansaldi e la doppia occasione per Baselli nei primi dieci minuti,sia sull’incornata di Meïté nella ripresa. Pavoletti 7 – Servito poco nel primo tempo, non riesce ad entrare in partita. Appena ha un’occasione di testa mette i brividi a Sirigu. Alla seconda occasione punisce il Toro. Nove gol di testa in questo campionato su 12 complessivi. Sfiora il raddoppio nel finale.

Ansaldi 6.5 – Fa bene le due fasi, rubando palloni e proponendosi sia per la conclusione che per il cross. E’ una certezza per Mazzarri ed un rifermento per la squadra.
Baselli 6.5 – È il più vivace dalla trequarti in su per quel che riguarda la manovra offensiva dei granata. Impegna Cragno nel primo tempo in due occasioni, ci prova fino all’ultimo secondo a battere il numero 1 rossoblu , anche su calcio piazzato. Il gol avrebbe coronato la superba prestazione.

I peggiori

João Pedro 5 – Oggi al Cagliari è mancato propio il suo numero 10. Una prestazione anonima ed incolore che gli vale un insufficienza.

Zaza 5.5 – Nel primo tempo è inesistente. Trova il guizzo nella ripresa, facendosi trovare pronto al posto giusto al momento giusto. Poi manda tutto all’aria mandando platealmente a quel paese l’arbitro e meritandosi il rosso.

Ecco gli highlights del lunch match finito 1-1 fra Toro e Cagliari