Svezia in testa al Girone F assieme al Messico

Basta un rigore di Granqvist alla Svezia per battere una comunque buona Corea del Sud che non ha affatto demeritato. Penalty assegnato tramite ausilio del VAR, con Woo-Kim che commette un intervento palesemente falloso. Alla fine è il risultato che conta e la Svezia porta a casa tre punti fondamentali in vista dei prossimi impegni contro Germania e Messico. Sarà molto complicato per gli scandinavi passare il turno, ma ci si prova comunque. Adesso, la Svezia è in testa al Girone F assieme al Messico, che ieri a sorpresa ha sconfitto la Germania.

Le dichiarazioni di Andersson

ANDERSSON

“Partita molto buona dei miei ragazzi. Sono stati grandiosi, abbiamo messo in difficoltà una squadra tosta come la Corea del Sud, una squadra non semplice da battere. A parte i primi 10′ siamo stati in controllo della gara. Una buonissima prova, ora pensiamo ad andare avanti. Il rigore? Una discussione che si è protratta un po’, ma era cristallino. Abbiamo avuto la possibilità di andare sul 2-0, ma le abbiamo fallite clamorosamente. Peccato, ma la vittoria va benissimo.”

Le pagelle dei protagonisti

SVEZIA

Olsen 6: Giornata tranquilla per l’estremo difensore svedese, in quanto non corre particolari pericoli;

Augustinsson 6,5: Partita di spessore la sua. Preciso in fase di chiusura e propositivo anche in avanti. Nella ripresa cala un po’, ma ci sta;

Jansson 6,5: Molto buona la partita dell’ex Toro, agevolato anche da una Corea non irresistibile. Molte chiusure positive;

Granqvist 7: Man of the Match. Batte con freddezza un rigore pesantissimo e regala alla Svezia 3 punti preziosissimi;

Lustig 6: Non ha faticato più del dovuto, ha svolto semplicemente il proprio compito senza patire più di tanto;

Claesson 7: Padrone del centrocampo. Chiude bene gli avversari e si propone in avanti. Bene così;

Ekdal 6,5: Buona la sua prova. Recupera palloni, gestisce bene il centrocampo. Ordinato (71′ Hiljemark 6: Bene anche lui. Partita di carattere);

Larsson 6,5: Partita positiva, di spessore e molto intensa. Sufficienza piena per un primo tempo buonissimo. Nella ripresa cala. Sostituito per infortunio (81′ Svensson s.v.);

Forsberg 6: Da decifrare la sua gara. Non incide e si vede troppo poco;

Berg 5: Chi l’ha visto? Pochi i palloni giocabili ed in più si divora una colossale occasione nel corso del primo tempo;

Toivonen 5,5: Molto generoso, ma peccante in lucidità. Si sbatte, lotta ma non ha particolare fortuna (77′ Thelin s.v.).

COREA DEL SUD

Woo Cho 7: Buon portiere. Un paio di interventi decisivi che permette alla Corea di non sprofondare;

Yong Lee 6: Primo tempo non sufficiente. Mezzo punto in più per una ripresa coriacea;

Gwon Kim 6,5: Partita di carattere. Muro difensivo eretto fino al 65′, quando la Svezia è passata in vantaggio;

Soo Yang 6: Buon match giocato. Nella ripresa qualche difficoltà in più, ma non ha sofferto più di tanto;

Ho Park 6: Scendeva bene sulla fascia. Finché non è dovuto uscire per un problema fisico(29′ Woo-Kim 5: Causa il rigore per la Svezia con un intervento scomposto. Peccato, perché non ha giocato male);

Sung Lee 6,5: Partita molto buona in mezzo al campo. Non soffre e si propone bene in difesa ed attacco;

Cheol Koo 6,5: Quando un giocatore ci mette anima e cuore, giusto premiarlo. Mezzo punto in più per questo motivo (73′ Woo Lee 6: 15′ sufficienti per mettersi in mostra);

Yueng Ki 6: Partenza lenta, poi si riprende e lotta con decisione su ogni pallone;

Hwang 5: Come Yueng Ki, ma il suo gol sbagliato nel recupero pesa una tonnellata;

Wook Kim 5: Anche lui sciupa una grande occasione nel primo tempo. Per il resto gira a vuoto (68′ Young Jung 5,5: Non si vede in campo);

Son 6,5: Generosissimo. Dà tutto per la causa, ma i suoi compagni non lo assistono.