Supercoppa Europea al Liverpool! Il Chelsea si arrende solo ai rigori

Il Liverpool conquista il primo titolo stagionale battendo il Chelsea ai rigori nella Supercoppa Europea dopo una partita avvincente ed equilibrata. Positiva comunque la prova dei Blues, che erano chiamati a reagire al pesante ko subito in campionato solo qualche giorno fa per opera del Manchester United.

PRIMO TEMPO

Il Liverpool parte forte e già in avvio reclama per un tocco di mano in area di Christensen, considerato dall’arbitro troppo ravvicinato per poterlo punire. Il Chelsea prova a pungere in contropiede con Pedro e Giroud, mentre nei Reds il più pericoloso è il solito Salah in avvio. A metà frazione Pedro colpisce una clamorosa traversa e poco dopo serve a un compagno un assist geniale che per poco non si tramuta in gol. Al 36′ il Chelsea trova il vantaggio tutto sommato meritato grazie ad un bel diagonale di Giroud su assist di Pulisic. Qualche minuto dopo l’americano si mette in proprio con un gran tiro da fuori ma il suo gol viene annullato per un precedente fuorigioco.

SECONDO TEMPO

Ad inizio ripresa Klopp manda in campo Firmino al posto di Chamberlain. Proprio il brasiliano è decisivo nell’azione che porta al pareggio dei Reds servendo a Mané un pallone che deve solo spingere in rete. Firmino è indemoniato e sfiora anche il gol personale, il Liverpool è in pieno controllo della partita. Kepa è costretto ad un doppio miracolo sulle conclusioni ravvicinate di Salah e Van Dijk. Nel finale al Chelsea viene annullato il secondo gol della partita, per fuorigioco di Mount. Si va così ai tempi supplementari.

SUPPLEMENTARI E RIGORI

Al 95′ una brutta palla persa dal Chelsea innesca il contropiede dei Reds con Mané che è letale e porta i suoi in vantaggio. Al 99′ però Adrian in uscita tocca Abraham e per l’arbitro è calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta Jorginho che con il solito saltello spiazza lo spagnolo e sigla il 2-2. Nel secondo tempo supplementare però Adrian si fa parzialmente perdonare con una bella parata sulla conclusione di Mount. La redenzione è completa ai calci di rigore quando l’estremo difensore spagnolo para quello decisivo ad Abraham dopo 9 gol in altrettanti rigori e diventa l’eroe di giornata.