Subito show del Liverpool: è poker al Norwich . Allison però va k.o.

Poker dei Reds

Inizia con una goleada la nuova stagione della Premier League: il Liverpool campione d’Europa dilaga 4-1 e tutti i gol già nella prima frazione di gioco: autorete di Hanley, poi vanno in gol Salah, Van Dijk e Origi. Rete della bandiera ospite nel secondo tempo di Pukki. Infortunio al polpaccio per il portiere del Liverpool Allison: salterà la finale di Supercoppa europea di mercoledì, contro il Chelsea.

Il Liverpool ricomincia da dove aveva finito

Stessi undici, stesso risultato. Il Liverpool, campione d’Europa in carica, non ha bisogno di stimoli nuovi per poter far bene. con Klopp, d’altronde, è difficile essere appagati. Così i Reds, nonostante non siano finora stati grandi protagonisti sul mercato, aprono le danze della nuova stagione inglese con un poker al Norwich. Termina 4-1, con le reti di Salah (19′), Van Dijk (28′) e Origi(42′), anche se il match si è sbloccato con l’autorete di Hanley al 7′. Vano, al 64′, il gol di Pukki. Nella prima frazione di gioca il Liverpool ha perso Allison per un infortunio al polpaccio: l’esremo difensore brasiliano salterà la Supercoppa Europea di Mercoledì con il Chelsea.

La partita

Klopp schiera il suo Liverpool con un 4-3-3 con Salah e Origi larghi e Firmino al centro. Alla prima azione di gioco i Reds vanno già avanti: doopo una bella calvata di Origi sulla sinistra il belga mette al centro una palla tagliata che Hanley cicca mandandola alle spalle del proprio portiere per l’1-0. E’ appena la seconda volta nella storia di tutta la Premier League che il primo gol del campionato è in realtà un’autorete (l’altro sfortunato fu Kyle Walker nella stagione 2015-16). Il Norwich in realtà prova anche un timidissimo tentativo di reazione ma Stiepermann prima (al 10′) e Pukki dopo (15′) difettano di precisione. Al contrario la squadra di Klopp è spietata: al 19′ arriva il raddoppio di Salah che, da posizione molto favorevole, batte Krul. I campioni d’Europa trovano addirittura il 3-0 su calcio d’angolo battuto da Salah e deviato in porta da Van Djik di testa al 28′.Pare tutto troppo bello ed estremamente facile per il Liverpool che al 39′, dopo 3′ di pausa, deve sostituire però Allison per un problema muscolare al polpaccio. I Reds continuano però a macinare gioco e al 42′ realizzano il poker con Origi, bravo a finalizzare di testa un cross di Alexander Arnold.

Il secondo tempo

Nella ripresa, paradossalmente, la squadra di Klopp attacca ancora di più e sfiora la quinta marcatura prima con Henderson al 48′ ( bella parata di Krull), poi con Firmino un minuto più tardi (palo da posizione favorevolissima). Il Norwich sparisce dal terreno di gioco tanto che i Reds giocano quasi per inerzia: al 54′ Salah difetta leggermente di precisione con un bel tiro di sinistro, mentre Fabinho tira troppo debolmente un minuto dopo per creare difficoltà all’estremo difensore avversario. A metà secondo tempo si sveglia, come d’incanto, il Norwich : al 62′ Leitner (ex della Lazio) coglie la traversa da ottima posizione, mentre Pukki, al 64′, sfrutta alla perfezione un’imbucata di Buendia per battere Adrian in uscita. Da quel momento però il Liverpool torna ad essere padrone del campo senza concedere altre occasioni agli ospiti, conquistando così i primi punti della stagione. Ricominciando da dove aveva finito: vincendo. Con i medesimi stimoli e la stessa fame di sempre.