Chi è Andreas Skov Olsen, l’esterno danese vicino al Bologna

Conosciamo meglio Andreas Skov Olsen, esterno destro nel mirino del Bologna.

Andreas Skov Olsen, giovane attaccante esterno del Nordsjaelland.
Andreas Skov Olsen, giovane attaccante esterno del Nordsjaelland.

Bologna: la trattativa per Skov Olsen

Da giorni si parla di Andreas Skov Olsen per il Bologna. L’esterno destro del Nordsjaelland è un pallino di Mihajlovic, che freme di portarlo in rossoblù. Sembrava tutto fatto, con l’accordo tra le due società trovato per una cifra intorno ai 6 milioni + bonus, ma il ragazzo non è convinto della destinazione italiana e pare riflettere sul suo futuro. Sabatini resta comunque fiducioso sull’esito positivo dell’affare, che garantirebbe ai felsinei non solo un giocatore di livello su cui puntare per la prossima stagione, ma anche un grandissimo talento che può portare tra 2/3 anni una grande plusvalenza nelle casse dei rossoblù.

Conosciamo meglio Skov Olsen

Esterno d’attacco classe ’99 con un fisico imponente ma con una tecnica eccelsa. Questo può essere un breve riassunto delle qualità di Skov Olsen. In Danimarca non fanno che parlare di lui come il miglior prospetto in circolazione del calcio scandinavo. D’altronde segnare 26 gol in 44 partite alla prima stagione in prima squadra non può passare inosservato, anche in un campionato non di primo ordine come quello danese in una squadra come il Nordsjaelland. Gioca prevalentemente a destra per poi rientrare e calciare con il suo educatissimo piede mancino. Il tiro a giro è infatti la specialità della casa, ma possiede anche una grande velocità (nonostante i quasi 190 cm di statura) e un’ottima capacità di tagliare alle spalle della difesa. Molte delle sue reti e dei suoi assist arrivano infatti da movimenti in profondità serviti con palla lunga alle spalle della linea difensiva e, anche se i lanci non vengono effettuati con grande precisione, ci pensano le sue qualità sopraffine a pulire il pallone e a renderlo giocabile per creare qualcosa di importante. Se davvero dovesse arrivare a Bologna, i felsinei farebbero un colpo di enorme spessore.