Serie B, tutti i verdetti della serie cadetta

Oltre al Brescia, è il Lecce a tornare in serie A dopo 7 anni. Rocambolesca salvezza per il Livorno

Ultimo turno di Serie B ricco di sorprese e ribaltoni finali. Il Lecce, con la vittoria interna per 2-1 contro lo Spezia, si regala un pomeriggio di festa e la promozione alla prossima Serie A. Il Foggia, sconfitto dall’Hellas, saluta la categoria insieme alle già retrocesse Padova e Carpi.

Delirio giallorosso

A dare il via alla festa pensa dopo appena 9 minuti Petriccione, che insacca da pochi passi sfruttando un assist dalla destra di Falco. Lo Spezia manca il pari con Da Cruz, Ricci e Gyasi (traversa) e finisce per subire il 2-0 al 27’ da La Mantia, che segna in tuffo di testa su cross dalla destra del solito Falco. Nella ripresa i giallorossi mancano in un paio di occasioni il tris, e all’83’ subiscono il 2-1 da Capradossi che gira in rete di testa un angolo dalla sinistra di Ricci. Al fischio finale l’entusiasmo dilaga dallo stadio in tutta la città per una promozione sorprendente ma quanto mai meritata. Dopo ben 7 anni, i salentini torneranno protagonisti nella massima serie con il difficile compito di provare a restarci.

Play-off, ultima chiamata per la Serie A

Beffato dal Lecce, il Palermo dovrà tentare la risalita tramite i play-off un 2-2 frutto anche delle cattive notizie che arrivavano da Lecce. Ai play-off anche un Benevento corsaro a Brescia (2-3), il Pescara, Verona, Spezia e Cittadella, quest’ultima autrice dell rimonta al Barbera. Le ultime quattro hanno conquistato lo spareggio all’ultima giornata. I delfini affossano la Salernitana con un 2-0, simile discorso per l’Hellas che condanna il Foggia alla C vincendo 2-1. Sconfitta indolore per lo Spezia.

Questi gli accoppiamenti delle due gare di 1° turno dei playoff (gara unica sul campo della squadra meglio classificata): Verona-Spezia (17 maggio) e Pescara-Cittadella (18 maggio).

Festa Livorno, Foggia in C, Venezia e Salernitana ai play-out

Ultima giornata che ha regalato emozioni anche sul fronte salvezza. Il Livorno strappa un sofferto pareggio sul campo di un Padova orgoglioso e grazie alla sconfitta della Salernitana ottiene una salvezza insperata. La squadra campana affronterà il Venezia nello spareggio. Torna in C il Foggia che cade a Verona, e si accoda a Carpi e Padova già retrocesse prima dell’ultimo turno.

Play-out (andata e ritorno): Salernitana-Venezia (19 maggio) e Venezia-Salernitana (26 maggio).

Bilancio finale

La regular season di Serie B è volta al termine. Un campionato fortemente influenzato dal particolare format a 19 squadre, che se da una parte ha aumentato il livello medio, dall’altra ha sicuramente stravolto il comune andamento della stagione. Sembra ancora distante però la soluzione a un riavvicinamento da parte del tifo alla serie cadetta. Pochi virtuosi club possono vantare un’affluenza corposa negli stadi, che a loro volta sono per la maggior parte vecchi e decadenti. La lega di B dovrà porre rimedio a questo fattore e puntare a una migliore qualità del campionato, che resta lontanissimo, come valore, da quello della Serie A. Dal prossimo anno si passerà a 20 squadre, scelta che forse potrà dare risultati e stabilità.

Piccola parentesi oscura sul Palermo, in quanto la procura ha chiesto addirittura la retrocessione per inadempienze econimiche della gestione Zamparini. Caso che andrà analizzato in tempi rapidi per non creare altri disagi alle società coinvolte. Ancora una possibile sorpresa dunque dalla Serie B, che sicuramente, anche quest’anno, si è dimostrata tutto fuorché noiosa e scontata.