Serie A, verso Milan-Inter

Manca poco al derby meneghino. Vincere a Milano significherebbe conquistare l’Europa, la Champions League. Il Milan di Gattuso è davanti in classifica di un solo punto all’Inter, scottata dall’eliminazione agli ottavi di Europa League. Spalletti proverà a tirare fuori l’orgoglio e la grinta dai suoi per il sorpasso, Gattuso cercherà l’allungo. Per Piatek è compagni il derby rappresenta un esame di maturità oltre ad inanellare la sesta vittoria di fila in campionato. Il posticipo domenicale segnerà un nuovo record di incassi nella storia della Serie A. 5,7 milioni di euro raccolti e sold out. Il match sarà trasmesso in ben 200 paesi di tutto il mondo.

Il dubbio di Gattuso

L’unico dubbio di formazione riguarda il possibile impiego di Biglia, a scapito di uno fra Paquetà, che è stanco, o Bakayoko. Fra le varie possibilità c’è anche di iniziare con il trio di centrocampo Kessié-Bakayoko-Paquetà ed inserire Biglia a partita in corso. In conferenza stampa Gattuso ha parlato dell’etichetta del Milan da favorito e che in partite come il derby non esistono favoriti: “non esistono favoriti, è una partita a sé. Bisogna controllare le emozioni, si gioca su questi parametri, poi anche sul piano tecnico. Ma serve mentalità, testa libera. Bisogna dimostrare sul campo”. Sulla voglia del Milan di battere i nerazzurri: “Ne ha tanta, ma non è corretto parlare di rabbia. Sono d’accordo con Spalletti, non dobbiamo fare a botte. Ci vuole calma e lucidità, però ripeto domani bisogna avere tanto rispetto dell’avversario perché possono farci male in qualsiasi modo”.

Per Spalletti rientrano Asamoah e Lautaro Martinez

A differenza della partita contro l’Eintracht rientra Asamoah in difesa, che completerà il pacchetto difensivo nerazzurro con Skriniar De Vrij e D’Ambrosio. A centrocampo l’unico ad essere sicuramente titolare sarà Vecino, pronto a graffiare con i suoi inserimenti e la sua grinta. Brozovic dovrebbe essere titolare salvo ricadute a livello fisico, nel caso il sostituto è Gagliardini. Joao Mario, in lutto per la recente scomparsa del padre, dovrebbe esserci. In attacco torna el Toro spalleggiato da Perisic e Politano. Luciano Spalletti cerca il riscatto nel derby:E’ importante che la squadra riacquisti le capacità di giocare e lottare, anche se c’è poco tempo. La cosa fondamentale è entrare nelle prime quattro, quindi proviamo a vincerla”. Il tecnico di Certaldo poi traccia le linee guida per il gioco nerazzurro: “Dovremo essere più bravi nella gestione della palla, far bene le uscite e palleggiare bene. Tutto questo diventerà fondamentale per poi imbastire un gioco che può farci vincere le partite”.

Probabili formazioni

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetà; Suso, Piatek, Calhanoglu. All. Gattuso

Inter (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic, Borja Valero; Politano, Lautaro Martinez, Perisic. All. Spalletti