Serie A, Roma-Torino 3-0: pagelle e dichiarazioni post-partita

Ieri sera la Roma ha confermato il suo trend positivo battendo 3-0 il Torino con un secondo tempo da applausi. Ecco le nostre pagelle e le dichiarazioni post-partita dei due tecnici. In grassetto il migliore in campo, in maiuscolo il peggiore.

Pagelle:

ROMA:

Alisson 7: Se il primo tempo finisce sullo 0-0 è merito del brasiliano. Parate difficilissime che il n°1 giallorosso rende di una facilità imbarazzante. Al momento è tra i primi 5 portieri al mondo.

Florenzi 6,5: Suo l’assist per l’1-0 di Manolas. Dopo un primo tempo con il freno a mano, nella ripresa si scatena e diventa una spina nel fianco per la difesa granata.

Manolas 7: Ha il merito di sbloccare una gara complicatissima, in difesa è un muro.

Juan Jesus 6: Buona riserva, ma non è pronto per il posto da titolare.

Kolarov 7: Come Florenzi, nella ripresa è devastante. Giocatore ritrovato dopo 4/5 partite non all’altezza.

Naingollan 6,5: Due assist e tanto lavoro per la squadra, anche se in avanti fatica ancora a diventare il bomber aggiunto come nella passata stagione.

De Rossi 7: Ha una motivazione in più e si vede. Gol e partita di cuore dedicata all’amico scomparso. (Pellegrini 6: In 8 minuti trova il tempo per la gioia personale)

Strootman 6,5: Piano piano sta tornando il guerriero di cui il centrocampo giallorosso ha bisogno. (Gonalons S.V.)

Under 6: Un po’ spento rispetto alle recenti prestazioni, ma tutto sommato dei tre davanti è quello che ci prova di più. (Gerson 6: Entra quando la partita è già chiusa.)

Schick 5: Ancora un corpo estraneo nei meccanismi della squadra. Condizioni fisica da rivedere. Mai una giocata, un guizzo.

El Shaarawhy 5,5: A differenza del ceco, tenta qualcosa in più ma non è in condizione e gli manca fiducia. L’esplosione di Under lo sta penalizzando molto.

Di Francesco 6,5: Ha ritrovato la sua Roma di inizio stagione ed ora arriva l’esame Champions per confermarlo.

TORINO

Sirigu 6: Salva il salvabile.

De Silvestri 5,5: Dopo un buon primo tempo, sparisce nella ripresa e lascia molti spazi alle giocate di Under. (Barreca 6: Deve ritrovare la forma fisica ma rimane un ottimo prospetto per il futuro)

N’Koulou 6: I pericoli non arrivano di certo dal centro, dove sia il camerunense che Moretti fanno buona guardia su Schick.

Moretti 6: Stesso discorso per il suo compagno di reparto.

ANSALDI 5: Non sale in occasione del 2-0 di De Rossi ed è l’errore che condanna il Torino.

Acquah 5: Travolto dal centrocampo giallorosso nella ripresa. Tecnicamente da rivedere. (Edera S.V.)

Rincon 5,5: Fa una buona gara finchè i granata restano in partita. Scompare come tutto il resto della squadra dopo l’1-0.

Baselli 6: Il più vivo del centrocampo di Mazzarri. I suoi inserimenti mettono sempre in apprensione la difesa giallorossa.

Iago Falque 6,5: Finchè è in partita, mette costantemente in difficoltà Kolarov. Il più pericoloso dei suoi. (Niang 5,5: Non entra mai in partita)

Belotti 5: Un fantasma, ma a volte non per colpa sua.

Berenguer 5,5: Il talento c’è, ma è troppo evanescente. Preferisce spesso la giocata di fino alla concretezza.

Mazzarri 6: Per un’ora abbondante spaventa l’Olimpico, poi la sua squadra crolla. L’Europa adesso è un miraggio, ma sarebbe sbagliato non confermarlo dopo prestazioni comunque all’altezza.

Di Francesco: “Alisson valore aggiunto”

Per Eusebio Di Francesco è una vittoria importante che permette alla sua squadra di avvicinarsi al meglio alla gara con lo Shakhtar. Il tecnico però riconosce che non è stata una bella prestazione nel primo tempo: “Nella prima frazione ha fatto meglio il Torino, anche per nostri demeriti. Il cambio al 4-2-3-1 nel secondo tempo ci ha fatto crescere come aggressività e ripartenze. Dopo il gol siamo stati sempre in controllo. Ci siamo sbloccati all’Olimpico e siamo contenti, ma dobbiamo ancora migliorare”. Spicca ancora la grande prova di Alisson: “Mi hanno chiesto di valorizzarlo, così ho detto ai miei difensori di far tirare gli avversari ogni tanto. Un valore aggiunto per noi”. Sulla sfida con lo Shakhtar: “Lo Shakhtar è un’ottima squadra, avremo bisogno dei nostri tifosi. Dobbiamo giocare in dodici”.

Mazzarri: “Disuniti dopo il gol”

Visibilmente rammaricato Walter Mazzarri. Dopo un’ora giocata alla grande, il suo Toro ha rimediato una sonora sconfitta. Questa la sua analisi: “Abbiamo creato molte palle gol nel primo tempo ma avevamo contro un grandissimo portiere. Dovevamo continuare così, ma dopo un gol su calcio piazzato ci siamo disuniti e i nostri avversari si sono galvanizzati”. Su Belotti: “Ha lottato molto ma ha bisogno di tempo. Sta vivendo un’annata difficile e sta facendo di tutto per tornare ai suoi livelli”. Sul momento della sua squadra dice: “Dobbiamo migliorare. Non possiamo cadere sempre al primo cazzotto. Perdere contro la Roma ci può stare, non stiamo pagando il post-derby”.