Serie A, Lazio-Sampdoria 2-2: analisi del match. Saponara al 99′ salva i blucerchiati!

Succede di tutto tra Lazio e Sampdoria all’Olimpico. I blucerchiati passano in vantaggio con Quagliarella e vengono riacciuffati da Acerbi. Nel finale succede di tutto: espulso Bereszynski per doppia ammonizione, gol di Immobile su rigore e pareggio di Saponara in pieno recupero.

PRIMO TEMPO

L’avvio di gara è su ritmi decisamente blandi, con le due squadre che sono piuttosto prudenti. Immobile segna ma la sua posizione su assist di Caicedo è oltre la linea difensiva, l’arbitro annulla. Il numero 17 della Lazio poi manda in porta Patric, che da buona posizione spara alto. Al 21′ tuttavia è la Sampdoria a passare in vantaggio: cross di Murru sul secondo palo e Quagliarella come un rapace si avventa sul pallone e sigla lo 0-1. La Lazio tenta subito la reazione con un tiro da fuori di Immobile, respinto con qualche difficoltà da Audero. Caicedo può sfruttare un bello scarico di Lulic ma si fa murare dalla difesa. Nel finale Immobile prima sfiora il palo con un diagonale di sinistro, poi lo colpisce con un destro deviato da posizione defilata.

SECONDO TEMPO

Subito a inizio ripresa prova a spingere la Lazio, alla ricerca del pareggio. Patric tenta il jolly dalla distanza ma è troppo centrale, poi Lulic mette un cross insidiosissimo su cui non arriva nessuno. Parolo raccoglie il filtrante di Immobile e di prima intenzione calcia fuori non di molto. I padroni di casa continuano a creare occasioni pericolose. Immobile è pronto al tap-in da due passi sul colpo di testa di Milinkovic-Savic ma Andersen in chiusura è provvidenziale. Ancora Patric da buona posizione trova il corpo di Murru sul suo tiro. La Sampdoria prova a farsi vedere in avanti con un destro dalla lunga distanza del solito Quagliarella, sul ribaltamento di fronte Correa a tu per tu con Audero si fa ipnotizzare. Milinkovic-Savic ci prova con un tiro morbido ma è troppo centrale, a siglare il pareggio è invece Acerbi al 79′ in mischia dopo un colpo di tacco geniale di Parolo. Nel finale la Lazio prova il tutto per tutto: Milinkovic-Savic da due passi manda fuori di testa, Immobile rischia di segnare con la complicità di Audero. La Sampdoria resta in dieci per doppia ammonizione di Bereszynski e poi va anche sotto a causa del rigore realizzato da Immobile al 95′, fischiato per fallo di mano di Andersen. Non è finita. Al 99′ lancio in avanti alla disperata di Murru che trova la testa di Kownacki, Saponara si inserisce e con un pallonetto delizioso riacciuffa il pari.