Serie A, il Bologna si è salvo: Empoli, Genoa e Fiorentina si giocheranno la permanenza

Empoli, Genoa e Fiorentina. Una di queste tre squadre si aggiungerà a Chievo e Frosinone e retrocederà in Serie B al termine del prossimo turno di campionato. Molto interessante vedere cosa succederà a Firenze, con lo scontro diretto tra il Grifone e la Viola che potrebbe essere decisivo. L’Empoli sarà impegnato a San Siro contro l’Inter in una partita da brividi: i nerazzurri si giocano l’accesso alla prossima Champions League, i toscani la salvezza. Sarà una battaglia fino all’ultimo secondo.

Le situazioni

Partiamo dalla squadra, ad oggi, più pericolante, ossia il Genoa di Prandelli. I rossoblu sono terzultimi con 37 punti e non vincono dal 17 marzo, quando sconfissero una Juventus distratta dalle fatiche di Champions League. Da quel giorno, cinque sconfitte e quattro pareggi in 9 partite che li hanno portati a ridosso del terzultimo posto in classifica. Complici, soprattutto, i buoni periodi di Empoli, Udinese, Spal e Bologna, il Grifone è crollato e ora è la principale candidata alla discesa negli inferi. Dovesse perdere a Firenze, la retrocessione sarà automatica. In caso di parità di punti con l’Empoli, sarà la squadra di Andreazzoli a retrocedere.

Considerando l’avversaria, l’Empoli non è in una bella situazione, anche se sicuramente migliore di qualche settimana fa. Nove punti nelle ultime tre partite hanno infatti clamorosamente rimesso in corsa i ragazzi di Andreazzoli, che ad oggi sarebbero salvi. Attenzione, però, all’Inter. Una sconfitta contro i nerazzurri permetterebbe a Genoa e Fiorentina di accontentarsi di un pareggio “amico” per trovare la salvezza. Anche un pareggio, tuttavia, potrebbe non bastare. In questo caso, una vittoria del Genoa salverebbe ancora una volta sia i Viola che i rossoblù. L’unica possibilità è la vittoria, che regalerebbe la salvezza automatica ai toscani. Ma l’Inter non regalerà nulla…

Infine, la Fiorentina, trovatasi in una situazione clamorosamente pericolante dopo una buona prima parte di campionato. L’ultima vittoria dei Viola risale addirittura al 17 febbraio, dopodiché sono arrivate otto sconfitte e cinque pareggi. L’arrivo di Montella ha portato in dote un solo, misero punto, sintomo di una situazione tragica per i tifosi Viola. L’unica consolazione è che solo un grosso incastro di risultati potrebbe condannarli. Infatti, affinché si verifichi la retrocessione della Fiorentina, sono necessarie le vittorie sia dell’Empoli, che del Genoa nello scontro diretto.