Serie A, Chiesa: “Nel calciomercato di oggi non ci si deve più stupire”

Con l’ottima stagione disputata Federico Chiesa ha attirato su di sé gli occhi di molti top club, sia in Italia che all’estero. Nella penisola le due squadre più interessate all’esterno viola sono Napoli ed Inter. Non si deve, però, escludere una pista che porterebbe l’azzurro in Premier League. Su Chiesa vigilano Liverpool e le due squadre di Manchester: United e City. Il valore dell’esterno viola è pronto a decollare, con molti club pronti a creare una vera e propria asta pur di assicurarsi le prestazioni del giocatore nativo di Genova. Riguardo a queste voci Chiesa ha rilasciato delle dichiarazioni, riguardo al suo valore di mercato, ma anche alla sua curiosa scelta di non avere un procuratore. Alle ottime prestazioni con la maglia della FiorentinaFederico Chiesa ha anche ottenuto le prime chiamate in Nazionale, tra cui anche la ottima partita disputata contro la Francia di pochi giorni fa.

“NEL CALCIOMERCATO NON CI SI DEVE PIÙ STUPIRE”

La Fiorentina ha già deciso di voler trattenere Chiesa a tutti i costi. Se qualche club si dovesse dimostrare molto interessato e quindi volenteroso di intavolare una trattativa, la società viola non venderà il giocatore per meno di 50 milioni. “Fa piacere perché quello che ho dato in campo è stato ripagato non solo con elogi e complimenti, ma anche con questa valutazione esagerata ma ormai nel calciomercato di oggi non ci si deve più stupire: queste sono le cifre“.

LA SCELTA DEL PROCURATORE

Federico Chiesa ha anche parlato della sua scelta di non avere il procuratore, una scelta tanto strana quanto anche bella. Nel calcio di oggi, infatti, si è sentito spesso di trasferimenti dovuti dalla volontà dell’agente più che quella del calciatore spesso. “Io senza procuratore? Sì, è una scelta che abbiamo fatto io, mio padre e mia madre perché secondo noi era la scelta migliore in questo momento; poi per il futuro vedremo“.