Serie A ,19^ giornata: analisi gare delle ore 15.00

Duvan Zapata segna la prima rete dell’Atalanta

Si sono disputati oggi alle 15.00 ben sette incontri validi per il 19° e ultimo turno di andata del massimo campionato. Vediamo come sono andati.

Chievo-Frosinone 1-0

Al Bentegodi di Verona poco da segnalare nei primi 45 minuti di gioco dove è la paura di non prendere gol a farla da padrona. Da segnalare una bella rete di Pellisier su azione d’angolo, annullata con l’ausilio del VAR per un fuorigioco di Radovanovic. Nella ripresa le squadre giocano sulla falsariga del primo tempo, ma l’equilibrio viene rotto dall’espulsione di Capuano per doppia ammonizione. A questo punto il Chievo aumenta la pressione e va in vantaggio con una pennellata di Giaccherini al 76′ su una punizione dal limite che si va ad insaccare a fil di palo. Chievo che continua a sperare in una difficile salvezza e Frosinone che perde una gara cruciale per il proseguo del campionato.

Empoli-Inter 0-1

Buon primo tempo dell’Empoli che non ha concesso molto all’Inter, sfiorando il gol con Zajc. Neroazzurri poco concreti, una sola palla gol creata con un tiro dal limite di Politano. Da segnalare 2 sostituzioni per i padroni di casa entrambe per infortunio: fuori La Gumina e Pasqual, dentro Zajc e Antonelli. Nella ripresa l’Inter ha aumentato la pressione e dopo una serie di capovolgimenti di fronte trova il gol al 72′ con Keita Balde che su cross di Vrsaljko, gira in rete imparabilmente. Inutili i tentativi dei toscani di pareggiare. Gara difficile per l’Inter che comunque si porta a -2 dal Napoli. Quarta sconfitta consecutiva per l’Empoli di Iachini.

Genoa-Fiorentina 0-0

Primo tempo che ha visto prevalere i viola in termini di gioco. Senza dubbio il portiere genoano Radu il quale è stato decisivo in più di una occasione. Il Genoa ha costruito poco e le punte sembrano avere avere le polveri bagnate. Nel secondo tempo la partita diventa più equilibrata e bellissima. E’ mancato soltanto il gol. Fiorentina molto sfortunata che ha colpito due pali e Genoa che ha sfiorato il colpaccio nel finale con Piatek.

Lazio-Torino 1-1

Primo tempo molto equilibrato ed intenso con ottime occasioni da ambo le parti. Traversa di De Silvestri e due occasioni da rete per Immobile. In pieno recupero, Marusic trattiene in area Belotti e Irrati concede il rigore. Il centravanti realizza freddamente. Torino in vantaggio. Partita nel complesso densa di emozioni, Milinkovic Savic sigla il pareggio al62′ con un magnifico destro dal limite che si infila sotto l’incrocio. Da segnalare le espulsioni di Maurisic e Meitè, due pali colpiti dal Toro con De Silvestri

Parma-Roma 0-2

Primo tempo a reti inviolate al Tardini con la Roma che fa la partita ma mai veramente pericolosa. Il Parma si difende con ordine e non sfrutta l’ unica vera occasione da rete del primo tempo con Siligardi che si fa ipnotizzare da Olsen in uscita. La Roma nel secondo tempo parte più decisa e al 58′ realizza la rete con Cristante su calcio d’angolo battuto da Under. Il Parma prova con alcuni cambi a pareggiare la partita, ma al 75′ è Under a raddoppiare per i giallorossi. Fino al termine il risultato rimane immutato. Con questa vittoria la Roma supera la Sampdoria portandosi al 5° posto in classifica.

Sassuolo-Atalanta 2-6

L’Atalanta grazie al maggior possesso palla e alle tante occasioni create, ha chiuso meritatamente il primo tempo in vantaggio di 2 gol. Le reti di Zapata in stato di grazia al 19′ e raddoppio del papu Gomez al 42′. Gli emiliani dal canto loro hanno fatto tanta fatica ad arrivare dalle parti di Berisha. Da segnalare l’infortunio del giovane Marlon che si è accasciato a terra da solo, senza alcun contatto. Secondo tempo pirotecnico al Mapei Stadium con tantissime reti. Al 51′ è Duncan ad accorciare, ma 3 minuti dopo è Mancini su corner a triplicare per gli orobici. Sempre Duncan al 57′ accorcia di nuovo , ma a questo punto si scatena Ilicic che al 74′, 87′, e 92′ realizza la sua tripletta, portandosi a casa il pallone. La Dea, grazie alla vena dei suoi attaccanti batte con un punteggio tennistico il Sassuolo.

Udinese-Cagliari 2-0

Alla Dacia Arena il punteggio del primo tempo premia i friulani che hanno cercato con più intensità il vantaggio, arrivato al 39′ con Pussetto. Il Cagliari è stato poco fluido nella manovra e nonostante i molti calci d’angolo a favore, non ha mai veramente impensierito Musso. Secondo tempo molto combattuto con due espulsioni, una per parte. Il Cagliari prova a pareggiare, ma al 57′ è Behrami che su assist di Pussetto realizza il raddoppio friulano. Al 61′ il portiere sardo Cragno para un rigore a Lasagna. Fino al termine l’Udinese controlla la partita. Con questa vittoria i bianconeri si portano al 15° posto in classifica, scavalcando Empoli e Spal.