Serie A, 26° giornata: analisi delle partite delle 15. Goleada Lazio!

SERIE A, 26° GIORNATA: ANALISI DELLE PARTITE DELLE 15. GOLEADA LAZIO!

Sono appena terminate le gare delle 15 della 26° giornata di Serie A. Ecco come sono andati i quattro incontri disputati.

FIORENTINA-CHIEVO 1-0 [6′ Biraghi]

Non una gran bella partita quella del Franchi, in cui il vento dà vita ad una continua battaglia corpo a corpo. I viola la sbloccano subito con una grandissima conclusione di Biraghi. Nella ripresa i toscani rischiano soltanto sulla conclusione di Radovanovic  e sul rischio di autogol di Dabo. Nel finale Sorrentino è costretto al miracolo da Veretout.

HELLAS VERONA-TORINO 2-1 [12′ Valoti, 49′ Niang (T), 77′ Valoti]

Il Verona vince e mantiene vive le speranze di salvezza, considerando anche la sconfitta del Crotone. Mattatore di giornata è un sorprendente Valoti che prima sblocca il risultato e poi chiude la gara dopo il momentaneo pareggio di Niang. I granata fanno vedere una timida reazione nella ripresa per evitare la seconda sconfitta consecutiva ma è ancora troppo poco.

SAMPDORIA-UDINESE 2-1 [35′ Silvestre, 83′ Zapata, 95′ Adnan (U)]

Gioca meglio l’Udinese, ma la Sampdoria con il minimo sforzo ed un po’ di fortuna riesce ad ottenere i tre punti. In avvio colpisce il palo Samir di testa, poi prima della fine del primo tempo i blucerchiati passano in vantaggio con Silvestre. Nella ripresa i liguri soffrono ancora, ma trovano il raddoppio con un grandissimo gol di Zapata. Nel recupero un gol di Adnan (o autogol di Silvestre) accorcia le distanze.

SASSUOLO-LAZIO 0-3 [7′ Milinkovic-Savic, 31′ Immobile, 47′ Milinkovic-Savic]

Senza fatica la Lazio conquista i tre punti nella trasferta di Reggio Emilia. Convincente la prova degli uomini di Inzaghi, nonostante l’ampio numero di titolari in panchina. Sblocca la gara Milinkovic-Savic con un gran tiro da fuori, poi raddoppia Immobile su rigore. Infine ancora Milinkovic-Savic di testa chiude la gara, ancora su assist di Felipe Anderson. Nella ripresa la gara si innervosisce e vengono espulsi Berardi e Marusic.