Sassuolo, definito l’acquisto di Gravillon dall’Inter: oggi le visite mediche

Il Sassuolo ha definito l’acquisto del giovane Andrew Gravillon difensore classe 1998 di proprietà dell’Inter che l’anno scorso è stato in prestito al Pescara. La formula con cui il centrale andrà in Emilia sarà quella del prestito oneroso per un milione di euro con diritto di riscatto che dovrebbe essere fissato a 9 milioni. Roberto De Zerbi lo conosce bene avendolo già allenato in quel di Benevento, ove il difensore era in prestito qualche stagione fa. Ora l’esperienza al Sassuolo, dopo quella al Pescara, per compiere definitivamente il grande salto nel massimo campionato italiano, la Serie A.

Inter-Sassuolo: importante sinergia

Se sul campo le due società si fanno battaglia da anni, dal duplice 0-7 dei nerazzurri ai più recenti successi consecutivi neroverdi, l’Inter e il Sassuolo non sono nuove ad operazioni di mercato insieme. La scorsa stagione è toccato a Matteo Politano arrivare a Milano con Odgaard a compiere il percorso inverso. Quest’anno invece l’operazione Sensi in chiave Inter con il terzino Sala e lo stesso Gravillon in Emilia. Amici fuori e nemici in campo, almeno per i 180 minuti delle due sfide dirette in opposizione ai favori di plusvalenza e scambio di giocatori durante le sessioni estive di calciomercato.

La sua carriera

Andrew Gravillon, classe ‘98 nato in Guadalupa, è una delle rivelazioni della Serie B 2018-2019. Gravillon è un promettente difensore centrale, forte fisicamente e con buone doti di marcatura. In caso di necessità, il centrale alto 188 cm, può essere impiegato anche come terzino destro. La squadra nerazzura ha esercitato il diritto di prelazione per il classe ‘98 sulla base di circa 10 milioni di euro. L’Inter ha sfruttato la via preferenziale che ha con il club abruzzese viste le tante squadre interessate al promettente centrale difensivo. Gravillon è cresciuto nell’Inter prima di approdare al Benevento prima e al Pescara poi.