Roma, Suso è più che un’idea: pronta un’offerta di scambio

In questi giorni, in casa Roma, si è parlato molto dell’addio di El Shaarawy e della sua scelta discutibile di andare in Cina per guadagnare 40 milioni in 3 anni. Al di fuori dei soldi, questa scelta ha lasciato un grande buco nell’attacco giallorosso. Così il direttore sportivo Gianluca Petrachi si è messo al lavoro per cercare un valido sostituto al Faraone. Si sono fatti tanti nomi sul mercato, molti anche dal valore spropositato per i parametri del club capitolino. I soldi messi a disposizione dalla presidenza per l’acquisto di un’ala d’attacco non vanno oltre ai 30 milioni, per questo il raggio d’azione è piuttosto limitato. Ieri si è parlato di due giocatori per i quali la Roma ha sondato il terreno: Suso, spagnolo del Milan, e De Paul, argentino inforza all’Udinese.’

SUSO IN POLE POSITION

Tra i due giocatori selezionati dalla dirigenza, dopo il consulto tecnico con Mister Fonseca, Suso risulta il favorito per l’approdo a Roma. Infatti, il Milan, proprietario del cartellino, sarebbe maggiormente disposto a trattare sul prezzo rispetto all’Udinese, proprietario di De Paul. I bianconeri avrebbero infatti chiuso le porte ai giallorossi, a meno di un’offerta da 35 milioni cash. I rossoneri sarebbero invece più aperti per sedersi al tavolo e parlare, valutando anche l’inserimento di contropartite tecniche. Sono vari i giocatori della Lupa che interessano al Milan e che potrebbero essere inseriti nella trattativa. In questo ambito, il primo nome proposto dalla Roma è quello di Javier Pastore. Il centrocampista argentino sarebbe infatti funzionale al gioco di Giampaolo, come regista o come mezzala di qualità. Il secondo nome che potrebbe essere tirato in ballo come pedina di scambio è Patrick Schick, pupillo del tecnico rossonero.