Rabiot rovina la prima di Sarri, la Juventus perde 3-2 contro il Tottenham

Fischio d’inizio alle ore 13:30 italiane: sono, invece, le 19:30 a Singapore, luogo del match, dove la temperatura è stanziata attorno ai 29 gradi. In campo due compagini che il prossimo anno ambiranno, ancora una volta, alla Champions League: il Tottenham e la Juventus. Lo spettacolo, come da aspettativa, non è mancato e, spesso, il Singapore National Stadium, teatro della gara, si è alzato in piedi ad applaudire. È stato così per l’uscita di Cristiano Ronaldo, tra i protagonisti del match con una rete, che è coincisa con l’ingresso – in un doppio cambio – di De Ligt.

PRIMO TEMPO INSIPIDO

Un primo tempo piuttosto insipido, con il Tottenham assolutamente protagonista a senso unico. Sono gli Spurs a creare le prime occasioni del match, assaltando la difesa bianconera, che ha retto stoicamente per due terzi della prima frazione. Al minuto 30 la rete dell’ex Roma Erik Lamela sblocca la partita, con un sinistro a distanza ravvicinata a culmine di un contropiede. Poche altre occasioni si sviluppano entro il 45esimo, quando l’arbitro manda tutti negli spogliatoi a rinfrescarsi.

SECONDO TEMPO SPETTACOLARE

A contrario della prima parte di match, la seconda è stata spettacolare e pienamente luminosa. La Juventus ha cominciato a far girare palla, dando i primi segni dell’insegnamento Sarrista, mentre il Tottenham ha aspettato con linee compatte, per poi partire in contropiede. Molto presto la riapre Higuain, dopo un uno due con Bernardeschi, che gli fa da sponda. Qualche minuto dopo rompe il momentaneo silenzio il 2-1 bianconero di Cristiano Ronaldo, inseritosi dal limite su cross dalla sinistra di De Sciglio. Gli Spurs, in piena filosofia Pochettino, non si perdono d’animo e proseguono in difesa aspettando l’occasione giusta.

Al minuto 64 insacca Lucas Moura, dopo un dribbling fulimneo su Merih Demiral: è 2-2 il parziale e lo stadio è una bolgia. Per i trenta minuti seguenti il gioco prosegue alternando contropiedi a manovre ragionate, sino a che Rabiot (minuto 93) perde palla a centrocampo. A recuperla è Lucas Moura, che appoggia a Kane: l’inglese tira con un pallonetto a botta sicura dalla lunetta di metà campo e scavalca Szcezny. Finisce così: 3-2 a favore del Tottenham.