Rabbia Emre Can: “Se avessi saputo dell’esclusione dalla lista Champions, non avrei giocato per la Juve”

Emre Can, centrocampista Juventus. Uno dei tre esclusi eccellenti da Sarri nella lista ChampionS. Oltre a lui, mancheranno anche: Chiellini e Mandzukic. Foto: "Fanpage.it"

Per Emre Can, l’esclusione dalla lista Champions è stata un fulmine a ciel sereno. Il centrocampista della Juventus è venuto a conoscenza del suo taglio dal ritiro della Nazionale tedesca, dove attualmente si trova. L’ex Liverpool si è lasciato andare a dichiarazioni piuttosto piccate ai microfoni dei giornalisti al seguito della selezione di Loew. “Ieri mi ha telefonato un membro dello staff tecnico, nemmeno l’allenatore e mi hanno detto che non ero stato inserito nella lista della squadra. E’ una cosa estremamente scioccante. La telefonata con cui me lo hanno comunicato è durata meno di un minuto e non mi è stata data una spiegazione. Questa cosa mi rende arrabbiato e deluso“. Emre Can non ha escluso ripercussioni sul suo futuro alla Juventus: “Ora trarrò le mie conclusioni e parlerò col club al mio ritorno a Torino. La scorsa settimana mi era stato promesso qualcosa di diverso dalla società, il PSG si era mosso per me ma avevo scelto di restare alla Juventus. La condizione però era che avrei potuto giocare la Champions League”.

Niente Champions per Emre Can, Bentancur preferito al tedesco

Chiellini, Mandzukic ed Emre Can sono i tre esclusi eccellenti dalla lista Champions in casa Juve. L’infortunio al ginocchio del capitano bianconero e della Nazionale ha permesso a Rugani di rientrare in lista, troppo rischioso presentarsi solamente con tre centrali. La mancata iscrizione di Mandzukic era nell’aria, a tal punto che si dice che il croato fosse a conoscenza della cosa già da qualche settimana. Il punto interrogativo più grande riguardava l’escluso a centrocampo. Dando per scontata la presenza in lista dei nuovi arrivati Rabiot e Ramsey, gli altri sicuri del posto erano Pjanic, il rigenerato Khedira e Matuidi, non a caso titolare nelle prime due giornate di campionato. Il ballottaggio finale era, dunque, tra Emre Can e Bentancur. Considerando Khedira, Matuidi, Ramsey e Rabiot come mezzali, a Sarri restava solo Pjanic come regista. A questo punto, è facile ipotizzare che il tecnico toscano abbia preferito l’uruguaiano ad Emre Can nel ruolo di centrocampista metodista davanti alla difesa.