Premier League: Tottenham tennistico a Goodison Park: Everton ko 2-6

Poteva essere una partita ricca di tranelli per il Tottenham di Pochettino e, dopo un inizio incerto, la sensazione non ha fatto che aumentare. Gli Spurs, però, dopo essersi svegliati, hanno dimostrato grande personalità e carattere, ribaltando e rifilando una vera e propria lezione di calcio all’Everton di Marco Silva. A Goodison Park, infatti, termina 2-5, con i Toffees umiliati e gli Spurs sempre più carichi e più vicini al Manchester City (-2), uscito sconfitto ieri contro il Crystal Palace dall’Etihad.

La partita

Torna all’attacco migliore possibile Pochettino che, a discapito delle ultime uscite, schiera insieme Kane, Alli, Son ed Eriksen.

Spurs che partono molto forti, con occasioni subito importanti sui piedi di Kane e Trippier. In vantaggio, però, ci va l’Everton, che al 21′ insacca con l’ex Gunner Walcott su assist di Calvert Lewin.

Il gol potrebbe frastornare i ragazzi di Pochettino, che invece si svegliano e trovano, sei minuti dopo, il pari con Son. Il gol, però, è un regalo pazzesco della coppia Zouma-Pickford, che si addormentano e permettono al coreano di fare un gol comunque difficile da posizione molto defilata a porta vuota.

Al minuto 35 arriva anche il sorpasso, con Alli che spinge il pallone in porta dopo la respinta di Pickford sul tiro ancora di Son. Passano sei minuti e arriva anche il tris, a certificare un dominio davvero incredibile dopo il vantaggio dei Toffees. Stavolta, a segnare, è Kane, che infila il tap-in dopo il palo colpito da Trippier su punizione.

Il secondo tempo parte a mille all’ora, così come era terminato il primo, e con il quarto gol del Tottenham: Kane crossa in mezzo, Coleman allontana non benissimo ed Eriksen spara il pallone in porta dalla distanza.

La partita sembra sul punto di concludersi, ma l’Everton torna in partita grazie a Sigurdsson al 52′, che fa secco Lloris con un bel diagonale dopo un’azione personale.

I ritmi, però, sono davvero infuocati e al 61′ arriva il 5-2 per gli Spurs, ancora con Son. Il sudcoreano parte leggermente in fuorigioco su un lancio dalle retrovie e buca Pickford in uscita. Al 74′, infine, arriva anche il gol del definitivo 6-2, ancora con Kane, che passa agevolmente un imbarazzante Zouma e batte per la sesta volta il povero Pickford.

Finisce 6-2 per il Tottenham, che ora si porta a -2 dal Manchester City secondo e rimane a -6 dalla vetta, occupata stabilmente dal Liverpool.