Premier League, Chelsea-Arsenal 3-2: analisi del match. Volano i Blues di Sarri!

PREMIER LEAGUE, CHELSEA-ARSENAL 3-2

Continua a vincere il Chelsea di Sarri, che fa suo il derby contro l’Arsenal. Dopo essersi fatti rimontare i Blues trovano il gol decisivo nel finale con Marcos Alonso e volano a quota 6 punti.

PRIMO TEMPO

Partono bene i ragazzi di Sarri con Pedro che sfiora il sette con un bel mancino. L’Arsenal va ad un passo dal vantaggio con Ozil che calcia a colpo sicuro ma la palla termina fuori di niente. A segnare invece è il Chelsea al 9′: Jorginho serve sulla corsa Marcos Alonso che la mette in mezzo per il gol dell’accorrente Pedro. Barkley sfiora il 2-0 su assist di Kanté, dall’altra parte Aubameyang calcia clamorosamente alto con la porta spalancata. Al 21′ allora il Chelsea trova anche il raddoppio con Morata che gestisce benissimo il contropiede, sterza e fulmina Cech. Non sembra proprio essere la giornata dei Gunners e Mkhitaryan si divora l’ennesimo rigore in movimento. Al 37′ però l’armeno si fa perdonare dei suoi tifosi scagliando un siluro che permette di accorciare le distanze. Morata sfiora la doppietta personale ma al 41′ l’Arsenal trova addirittura il pareggio con un lampo di Iwobi su assist di Mkhitaryan. Nel finale di tempo prima Aubameyang e poi Iwobi vanno anche vicini ad un clamoroso 2-3.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa la partita resta vivace proprio come nella prima frazione. L’Arsenal si rende pericoloso con Monreal ma è Sokratis a salvare il risultato tuffandosi a peso morto su un tiro a botta sicura di Kanté. I cambi di fronte sono continui. Cech si supera sulla conclusione di Barkley, Aubameyang si vede annullare il gol per offside. David Luiz ci prova su punizione ma trova sempre i guantoni del portiere ceco. Dall’altra parte Kepa è bravo sul diagonale velenoso di Ramsey. Nel finale però il Chelsea sembra avere una migliore condizione fisica e prima Kanté manda alto di testa, poi Marcos Alonso all’81’ su grande invenzione di Hazard mette la sua firma sul 3-2. Hazard e Giroud vanno vicini al poker, mentre l’ultimo brivido per il Chelsea è provocato da Ramsey ma il suo tentativo rimane senza conseguenze.