Premier League, Arsenal-Manchester City 0-2: analisi del match. Tre punti all’esordio per Guardiola!

PREMIER LEAGUE, ARSENAL-MANCHESTER CITY 0-2

Inizia il nuovo campionato come aveva finito l’ultimo il Manchester City: vincendo. All’Emirates Stadium un Arsenal comunque vivo deve soccombere con il punteggio di 0-2. A segno Sterling nel primo tempo e Bernardo Silva nella ripresa.

PRIMO TEMPO

Il nuovo Arsenal di Emery inizia il match con buona dedizione. Ramsey ci prova subito con una conclusione da fuori ma è troppo centrale. Il Manchester City non è abituato a lasciare il pallino del gioco in mano agli avversari e l’ammonizione di Sterling è un segno del nervosismo tangibile. I Citizens tuttavia a poco a poco crescono e tornano padroni del campo. Proprio Sterling al 10′ salta Mustafi e calcia sul primo palo da buona posizione, Cech è attento. Il ragazzo di origine giamaicane è scatenato e al 14′ dopo aver saltato tutta la difesa scaglia un destro che si insacca preciso all’angolino: è 0-1! I Gunners reagiscono con Bellerin che supera Mendy con un tunnel e conclude potente ma centrale. Dall’altra parte Aguero calcia sull’esterno della rete e poco dopo Cech sfiora un autogol che sarebbe stato incredibile. Papastathopoulos è costretto a prendersi un’ammonizione per non far andare in porta Aguero e sulla punizione seguente Mahrez impegna seriamente Cech che poi è miracoloso anche su Laporte. L’ex Leicester Mahrez vuole in ogni modo il gol all’esordio e ci prova anche con un bel mancino a giro fuori di nulla. Nel finale l’Arsenal tenta di farsi vedere finalmente in attacco con un tiro da fuori di Aubameyang e un tentativo di Mkhitaryan dall’interno dell’area.

SECONDO TEMPO

Non cambia l’andamento del match nella ripresa con il possesso palla prolungato del Manchester City e l’Arsenal che aspetta nella propria metà campo. Aguero tenta la fortuna con un destro di prima intenzione da fuori area ma viene deviato in angolo. Xhaka si fa ammonire per un fallo tattico ed Emery si gioca la carta Lacazette per Ramsey. È proprio il centravanti francese a rendersi pericoloso con un bel tiro di controbalzo. Dall’altra parte Guendouzi commette un grave errore da ultimo uomo e Aguero lanciato all’1 contro 1 con Cech sciupa tutto calciando addosso al portiere. Chi non sbaglia invece è Bernardo Silva che al 19′ sul cross di Mendy arriva a rimorchio e scarica un sinistro di prima intenzione sotto la traversa. Guendouzi prova a farsi perdonare l’errore precedente con un piattone da fuori area ma finisce larghissimo. Nell’Arsenal entra bene in campo Torreira osando con qualche lancio ben calibrato e facendo ammonire De Bruyne. Nel finale i Gunners provano a riaprire il match con ogni mezzo a propria disposizione. Ozil impatta male su un cross di Lichtsteiner e spreca una grande opportunità. Ederson sbaglia un rinvio ma Lacazette non interviene sul tocco di Ozil pensando di essere in fuorigioco e perde un’ottima occasione. Nel finale ci provano Mendy e Sanè da una parte e Lacazette dall’altra ma tutti senza troppe pretese. L’ultima grande giocata del match è un tiro da fuori di De Bruyne termina a lato di un soffio.