Iran ad un passo da una clamorosa qualificazione

Il sogno di passare agli ottavi di finale sfuma al 94′ per l’Iran. La Nazionale asiatica arriva ad un passo da una clamorosa qualificazione, che avrebbe avuto dell’incredibile per quanto accaduto, ma soprattutto se avesse sconfitto il Portogallo di Cristiano Ronaldo. Purtroppo il discorso passaggio del turno si spegne al 94′, con Taremi che spara fuori da buona posizione. Comunque, anche il pareggio contro i lusitani, campioni d’Europa in carica è un buonissimo risultato per l’Iran che deve rimandare ancora una volta il sogno qualificazione. Ma quest’anno la selezione medio-orientale ha fatto una buonissima figura, vincendo la partita d’esordio contro il Marocco, perdendo contro la Spagna solo 1-0 e pareggiando con il Portogallo di CR7 1-1. Insomma, l’impegno c’è stato. Iran meritava probabilmente miglior sorte. Ma continuando così, i sogni possono anche realizzarsi.

Il Portogallo rischia ma si qualifica. Ora sono… Uruguay

Come detto, il Portogallo ha rischiato molto contro l’Iran. La formazione lusitana, lo si è visto anche contro Spagna e Marocco, non dispone di una squadra invidiabile. Palloni buttati in avanti, pressing isolato. Non fosse stato per Ronaldo i lusitani difficilmente sarebbero agli ottavi. Ma questa mattina ‘La Gazzetta dello Sport’ apre in questo modo l’edizione dedicata ai Mondiali: “CR7 come Messi e l’Iran lo grazia”. Infatti, anche Ronaldo come Messi ha sbagliato il calcio di rigore che avrebbe messo in ghiaccio il risultato, portando il Portogallo sul 2-0, chiudendo di fatto il discorso qualificazione. Ma invece questa volta CR7 non è stato infallibile, non è da lui. Ha dimostrato di essere umano, di cedere alle emozioni, sbagliando un penalty che avrebbe potuto avere dei risvolti drammatici, sportivamente parlando, poiché l’Iran al 93′ ha pareggiato proprio su calcio di rigore ed un minuto dopo avrebbe potuto anche segnare il gol che avrebbe portato gli asiatici in paradiso. Ma agli ottavi c’è posto solo per due. La Spagna che ha impattato contro il Marocco, ed il Portogallo secondo, ma col brivido. Ora i lusitani affronteranno l’Uruguay del pistolero Luiz Suarez.