Pinamonti-Inter: questo matrimonio s’ha da fare?

Hanno spesso fatto discutere le scelte di mercato della dirigenza interista in merito ai talenti provenienti dal florido settore giovanile nerazzurro. Di questi fa sicuramente parte Andrea Pinamonti, il centravanti classe ’99, che nella sua prima stagione in Serie A con la maglia del  Frosinone ha trovato la via del gol in 4 occasioni nelle 17 partite disputate. L’ultima firma risale a ieri sera, quando l’arciere di Cles ha siglato la rete del momentaneo 2-2 nella sfida contro la Roma.

Perché l’Inter dovrebbe puntare su Pinamonti

Le capacità realizzative di Pinamonti sono sotto gli occhi di tutti, la media di un gol ogni 203 minuti è un dato che avvalora qualsiasi attaccante, a maggior ragione se non ancora ventenne. Nelle 25 giornate di Serie A disputate, il Frosinone ha realizzato appena 19 reti. Il magro bottino in zona gol della squadra ciociara è sintomo di una scarsa produzione offensiva, il che rende ancora più interessante lo score stagionale dell’attaccante scuola Inter. Da non sottovalutare l’aspetto caratteriale del ragazzo, alla luce delle ultime vicissitudini di spogliatoio che sono emerse dalle parti di Appiano Gentile. Umiltà, fame e legame con i colori che lo hanno visto crescere come calciatore sono delle variabili che Marotta & co. dovrebbero tenere in considerazione in ottica futura.

Perché questo matrimonio non s’ha da fare

I numeri di Pinamonti alla sua prima stagione in Serie A testimoniano il valore del ragazzo, tanto dal punto di vista tecnico-tattico, quanto per ciò che concerne la questione patrimoniale. I prezzi ai quali ci ha abituato il calciomercato negli ultimi anni sono esorbitanti, in particolare nei confronti dei giovani promettenti. Problematiche di Fair Play Finanziario, unite alla voglia dell’Inter di tornare ad essere competitiva nel breve termine, potrebbero portare il talentino ’99 lontano dai colori nerazzurri. L’imperativo per la dirigenza nerazzurro è uno solo: non ripetere l’errore commesso con Zaniolo e tutelarsi con una recompra in caso di cessione estiva.