Pepe Reina verso il Milan: numeri, statistiche e rapporti contrattuali

Da eroe poco impegnato nello 0-0 di San Siro di ieri sera contro l’Inter ad un passaggio quasi immediato negli spogliatoi del Milan. Un trasferimento che ha del clamoroso, ma che sta accadendo realmente. Dopo oltre cinque anni passati al servizio dei partenopei, escludendo la stagione in Germania con addosso la maglia del Bayern Monaco, la storia tra Pepe Reina e il Napoli sembra essere giunta ai titoli di coda, con un finale che ha dell’incredibile. Nonostante ciò, lo spagnolo vestirà, a partire dalla prossima stagione, la maglia rossonera, alla corte di un Diavolo che potrebbe regalare molto spettacolo.

Pepe Reina verso il Milan: accordo e visite segrete

Fantacalcio o realtà, Pepe Reina sembra essere una folle idea entrata nei pensieri del Milan e portata a termine dopo appena un mese. Dopo aver trovato il giusto accordo per l’ingaggio del giocatore (3,5 milioni fino alla soglia di 38 anni), questa mattina si sono svolte le visite mediche. La società rossonera, però, ha deciso di non usufruire come di consuetudine dei medici della squadra, ma di svolgere le visite in una clinica segreta pur di non far trapelare la notizia.

Con Gigio o al suo posto?

La soglia di età raggiunta da Pepe Reina sembra non far spaventare nè la società rossonera nè lo stesso giocatore. Lo spagnolo sembra non risentirne dei 36 anni di anzianità, continuando a regalare spettacolo e a difendere nel migliore dei modi la porta partenopea. L’estremo difensore, infatti, ha concesso solo 19 gol nei 28 match disputati fino ad ora in questa edizione di Serie A. Statistiche che potrebbero mettere in difficoltà il giovane Gianluigi Donnarumma, autore di ben 30 reti subite. Spetterà solo a Gennaro Gattuso la decisione finale: chi dei due portieri giocherà titolare nel wee-kend? La risposta, per ora, sembra ovvia: Gigio è la più promettente stella della Nazionale azzurra, sia per la giovane età che per il talento posseduto, ma sarebbe molto strano un approdo in rossonero di Pepe Reina per fare il secondo, accomodandosi in panchina per un tempo indeterminato ma, sicuramente, di lunga durata.