Niente Atletico per James: salta il trasferimento del colombiano

Niente Atletico per James. (Foto: Ansa)

Niente Ateltico Madrid per James Rodriguez. Il Real nega, di fatto, il trasferimento al Colombiano. Il Napoli resta in corsa.

Salta il trasferimento di James Rodriguez all’Atletico Madrid. I cugini non permetteranno il trasferimento del giocatore ai Colchoneros che vedono sfumare l’arrivo del trequartista colombiano. Decisiva la sconfitta dei Galacticos nella ICC (International Champions Cup), che ha convinto Florentino Perez a rifiutare l’offerta della squadra guidata da Simeone.

Niente Atletico per James

Dopo il rientro al Real, visto il mancato riscatto del Bayern Monaco, James voleva rimanere a Madrid, ma senza divenire una riserva. Il colombiano aveva scelto l’Atletico Madrid, preferito al Napoli proprio per il motivo della permanenza nella capitale spagnola, dove risiede anche la sua famiglia. Niente da fare, però, visto che Florentino Perez ha di fatto negato il trasferimento del trequartista ai cugini madrileni. Il giocatore, infatti, non sarà ceduto per rinforzare una diretta concorrente che ha già dimostrato la sua superiorità con un netto 7-3 inflitto alle Merengues in ICC. Il Patron del Real Madrid avrebbe già fatto sapere alla dirigenza dell’Atletico che non ha alcuna volontà di sedersi ad un tavolo per trattare con loro.

Napoli in corsa

Resta in corsa, dunque, il Napoli di Carlo Ancelotti, con l’allenatore che preme per l’arrivo di James. Zidane, infatti, continua a considerare il colombiano come non utile al progetto tecnico del Real Madrid, e quindi Rodriguez resta in uscita. I partenopei continuano a trattare tramite l’agente del giocatore, Jorge Mendes, anche se l’offerta non sembra variare: prestito con diritto di riscatto. Il Real per il momento è fermo sulla sua volontà di non voler concedere un ulteriore prestito, ma gli scenari potrebbero variare molto presto, vista la necessità di liberarsi di James. Nei prossimi giorni potrebbe esserci un nuovo incontro con Giuntoli, ds del Napoli, per parlare ancora una volta con la dirigenza del Real e provare a convincerli della bontà dell’offerta.