Home Blog Pagina 2

Milan-Empoli: le ultime prima del match

Tra poche ore si apre la venticinquesima giornata di Serie A con l’anticipo tra Milan ed Empoli allo stadio Giuseppe Meazza. Rossoneri a caccia della terza vittoria consecutiva per riportarsi momentaneamente a -1 dall’Inter terza in classifica. Empoli invece che si trova a +3 sul Bologna terzultimo ed a caccia quindi di fondamentali punti salvezza.

Qui Milan

Gattuso dovrà fare a meno di Suso squalificato, spazio quindi per Castillejo nel tridente con Chalanoglu e Piatek. A centrocampo nessuna novità, con Paquetà, Kessie e Bakayoko inamovibili. In difesa possibilità dal primo minuto per Andrea Conti.

Qui Empoli

Empoli che dovrebbe presentarsi a San Siro con lo stesso undici che una settimana fa ha battuto 3-0 il Sassuolo. Unico ballotaggio a centrocampo tra Acquah e Traorè con il primo favorito. Davanti spazio ancora a Farias al fianco del capocannoniere della squadra Caputo.

Probabili Formazioni

Milan (4-3-3): Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko, Paquetà; Castillejo, Piatek, Calhanoglu.

Empoli (3-5-2): Dragowski; Veseli, Silvestre, Dell’Orco; Di Lorenzo, Acquah, Bennacer, Krunic, Pasqual; Caputo, Farias.

Barcellona, piomba su Rashford

Il Barcellona è alla ricerca di un rinforzo giovane e di qualità per l’attacco. Oltre a Jovic, attaccante serbo dell’Eintracht Francoforte prossimo avversario dell’Inter in Europa League, i Blaugrana pensano al talento dei Red Devils Marcus Rashfdord. Secondo il Mundo Deportivo il Barcellona ha pronta una super offerta per l’inglese classe 97 di 100 milioni di euro. Il Manchester United, per tutelarsi, è pronto a blindare con un rinnovo del contratto fino al 2024.

I numeri di Rashford

In stagione in numero 10 del Manchester United ha totalizzato 32 presenze, mettendo a segno 10 gol e 8 assist. Su di lui ci sono anche gli occhi attenti di Real Madrid e Juventus.

Europa League: la sorpresa Krasnodar agli ottavi

Il Krasnodar di Murad Musaev è una delle più grandi sorprese dell’edizione 2018/2019 dell’Europa League.

La situazione in campionato

Il krasnodar ha concluso la Premier Liga russa 2017/2018 al quarto posto, nella stagione in corso si trova invece al secondo posto ad un solo punto di distanza dal favoritissimo Zenit San Pietroburgo ed a +3 sul Cska Mosca. Il Krasnodar vanta anche la miglior differenza reti del campionato, ha il miglior attacco della competizione con 31 gol segnati ed è la terza miglior difesa con 13 subiti.

Il percorso in Europa League

Grazie al quarto posto in campionato nella scorsa stagione, il Krasnodar si è qualificato per l’Europa League, trovandosi nel girone J con Siviglia, Standard Liegi e Akhisarspor. Per la squadra di Musaev è arrivato un inaspettato passaggio del turno con un ottimo percorso fatto di 4 vittorie e 2 sconfitte, entrambe in trasferta con Standard Liegi e Siviglia e chiudendo così al secondo posto dietro agli spagnoli solo per gli scontri diretti.

Ai sedicesimi di finale i russi si sono ritrovati ad affrontare i tedeschi del Bayer Leverkusen partendo da sfavoriti. Dopo aver concluso sullo 0-0 la partita di andata, i russi hanno strappato alla Bayarena un pareggio per 1-1 che gli ha permesso di qualificarsi inaspettatamente agli ottavi di finale grazie al gol segnato in trasferta.

Agli ottavi di finale il Krasnodar affronterà il Valencia di Marcelino in una partita ad altissima difficoltà ed in cui i russi saranno chiamati ad una piccola impresa se vorranno provare a passare il turno.

Europa League: i sorteggi degli ottavi di finale!

Difficili sfide per Inter e Napoli

Sono usciti poco tempo fa i risultati dei sorteggi degli ottavi di finale di Europa League. Sfide difficili ma non impossibili quelle che attenderanno Inter e Napoli, impegnate rispettivamente contro l’Eintratch Francoforte e il Red Bull Salzsburg.

Sicuramente meglio è andata alle inglesi. Il Chelsea ha pescato la Dinamo Kiev, mentre l’Arsenal il Rennes, che ha eliminato inaspettativamente il Betis Siviglia. L’altra squadra andalusa, che ha fatto fuori la Lazio, riceverà il modesto Slavia Praga.

Di seguito sono elencate tutte le sfide:

Chelsea – Dinamo Kiev

Eintracht Francoforte – Inter

Dinamo Zagabria – Benfica

Napoli – Salisburgo

Valencia – Krasnodar

Siviglia – Slavia Praga

Arsenal – Rennes

Zenit – Villarreal

La Fifa blocca il mercato del Chelsea: stop per il 2019/2020

La sanzione

La commissione disciplinare FiFA ha sanzionato il Chelsea Football Club e la Football Association per violazioni relative al trasferimento internazionale e alla registrazione di giocatori di età inferiore ai 18 anni.

Ecco cosa è successo

Il Chelsea ha violato l’articolo 19 del regolamento nel caso di 29 giocatori minori e ha inoltre commesso diverse altre sanzioni relative ai requisiti di registrazione per i giocatori. Violato anche l’art. 18bis del regolamento in relazione a due accordi conclussi in materia di minori e che gli hanno permesso di influenzare altri club nei trasferimenti. Dunque, mercato dei londinesi bloccato per le prossime due sessioni di mercato. I Blues, non potranno dunque tesserare nuovi calciatori a livello nazionale e internazionale. Questo divieto si applica al club nel suo complesso- con l’eccezione delle squadre femminili- e non impedisce la cessione dei giocatori. Sicuro dunque che il Chelsea potrà muoversi soltanto in uscita. Con questa situazione, sono assai probabili i rientri di Bakayoko dal Milan al Chelsea, e di Gonzalo Higuain in quel di Torino, sponda Juventus. Insomma, un vera e propria tempesta si è abbattuta a Londra.

Inter, Marotta su Icardi:”Lo aspettiamo…”

Le parole dell’ad nerazzurro

“Quando mi aspetto il ritorno di Icardi? Lo aspettiamo, non ho nulla da aggiungere a quanto già ho detto. Siamo fiduciosi in un suo ritorno quanto prima, quando si riprenderà da questo fastidio al ginocchio”: così ha parlato l’ad dell’Inter, Giuseppe Marotta, prima del fischio d’inizio contro il Rapid Vienna. “Abbiamo comunicato il cambio di fascia anche alla squadra- spiega- ma non credo che si debba arrivare a questa considerazione per avere prestazioni positive sul campo. C’è un atteggiamento di piena apertura, ribadisco che non è un provvedimento disciplinare. Speriamo di riaverlo presto”, chiosa Marotta.

Europa League, sorteggi ottavi di finale: i rischi per Inter e Napoli

Squadre “pericolose” da evitare

Inter e Napoli hanno staccato ufficialmente il pass per gli ottavi di finale per questa edizione dell’Europa League. Da evitare per le squadre italiane: Arsenal, Chelsea, Siviglia ma anche un possibile derby italiano. La Lazio è stata eliminata proprio dal club andaluso, proprio questi ultimi sono una delle squadre più temibili per i due team nostrani. Il sorteggio è previsto per oggi, alle ore 13:00 in quel di Nyon. Si ricorda che gli accoppiamenti non presenteranno paletti o limitazioni per club della stessa federazione: attenzione anche agli spauracchi Arsenal e Chelsea.

Tutte le 16 squadre qualificate

Arsenal

Siviglia

Dinamo Zagabria

Eintracht Francoforte

Napoli

Salisburgo

Valencia

Villarreal

Zenit San Pietroburgo

Benfica

Rennes

Chelsea

Dinamo Kiev

Slavia Praga

Inter

Krasnodar

Inter, in Europa League sembri rinata! 4-0 al Rapid e passaggio agli Ottavi di finale in cassaforte

Ancora una vittoria senza Icardi

I nerazzurri, ancora scossi dal caso Icardi dopo le non felicissime evoluzioni delle ultime ore che lasciano molte perplessità su quando l’argentino potrà tornare in campo, vincono, in maniera molto facile, per 4-0 contro gli austriaci del Rapid Vienna grazie alle reti di: Ranocchia, Vecino, Perisic e Politano. Spalletti, dunque, non riceve brutti scherzi dai suoi contro una squadra aggressiva e coriacea, ma che aveva già dimostrato a Vienna di non poter impensierire l’Inter. In avanti ancora bene Lautaro Martinez, sostituto di Icardi, già decisivo all’andata con il rigore procurato e trasformato.

Numeri e curiosità

Non riesce l’impresa al Rapid, nessun successo degli austriaci negli ultimi 11 precedenti giocati con squadre italiane. Il Rapid, dal suo esordio nella competizione (2009/2010), è la squadra che ha perso di più in Europa League (ben 24 volte). Contro club italiani, il Rapid ha ottenuto tre pareggi e otto sconfitte. Infatti, l’ultimo successo è arrivato addirittura nella Coppa UEFA 1990 ed è stata proprio contro i nerazzurri (2-1). L’ultima squadra austriaca a vincere in Italia è stato il Salisburgo contro la Lazio nel Settembre 2009 (sempre in Europa League). L’Inter fa so il passaggio agli ottavi di una competizione europea per la prima volta dall’annata 2014/2015. In quell’occasione, ad essere eliminato dai nerazzurri fu il Wolfsburg.


Europa League, ritorno sedicesimi di finale: le squadre qualificate ed i risultati delle altre partite di serata

Le qualificate

Oggi, dopo l’eliminazione della Lazio per mano del Siviglia, si è completato il quadro delle qualificate agli ottavi di finale di Europa League. L’Arsenal ribalta lo 0-1 dell’andata e si qualifica battendo il Bate Borisov per 3-0, passano il turno anche Dinamo Zagabria e Eintracht Francoforte (fuori lo Shakhtar).Tutto facile per il Valencia, mentre il Salisburgo travolge in casa il Club Brugge. Agli ottavi anche lo Zenit che batte il Fenerbahce per 3-1. Il Villarreal pareggia in casa contro lo Sporting e passa il turno. Esce a sorpresa il Betis , mente il Chelsea va avanti senza affanno ai danni del Malmoe. avanzano la Dinamo Kiev, lo Slavia Praga e il Krasnodar.

I risultati

Arsenal-Bate Borisov 3-0 (and. 0-1). Qualif. Arsenal

Dinamo Zagabria-Viktoria Plzen 3-0 (and. 1-2). Qualif. Dinamo Zagabria

Eintracht Francoforte-Shakhtar 4-1 (and. 2-2). Qualif. Eintracht Francoforte

Salisburgo-Club Brugge 4-0 (and. 1-2). Qualif. Salisburgo

Valencia-Celtic 1-0 (and. 2-0). Qualif. Valencia

Villarreal-Sporting 1-1 (and.1-0). Qualif. Villarreal

Zenit-Fenerbahce 3-1 (and. 0-1). Qualif. Zenit

Benfica-Galatasaray 0-0 (and. 1-2) passa il Benfica

Betis-Rennes 1-3 (and.3-3) passa Rennes

Genk-Slavia Praga 1-4 (and.0-0) passa Slavia Praga

Bayer Leverkusen-Krasnodar 1-1 (and. 0-0) passa Krasnodar

Inter-Rapid Vienna 4-0: i nerazzurri passano senza problemi

Inter-Rapid Vienna 4-0

Allo stadio Giuseppe Meazza di San Siro si è disputato il match di ritorno dei sedicesimi finale di Europa League con l’Inter che ha superato il Rapid Vienna per 4-0. I nerazzurri hanno chiuso la pratica in una ventina di minuti. Prima Matias Vecino porta in vantaggio i padroni di casa dopo l’errore di Candreva da pochi passi. Il raddoppio arriva sette minuti dopo e porta la firma di un ispiratissimo Andrea Ranocchia che gira perfettamente in rete da fuori area superando il portiere. Brivido per i nerazzurri al 24’ con Pavlovic che spreca da ottima posizione su una sbavatura di Ranocchia. Nella seconda frazione di gioco l’Inter continua sullo stesso spartito del primo tempo macinando gioco senza concedere praticamente nulla agli austriaci. Il terzo gol dell’Inter porta la firma di Ivan Perisic che imbeccato splendidamente da Candreva, salta il portiere e con il tocco sotto evita l’intervento dei difensori corsi verso la porta. L’Inter cala il poker al 87’ minuto grazie alla rete di Matteo Politano.

error: contenuto non copiabile!