Nazionale: Rudi Garcia, parole al miele per Mancini e Balotelli.

Nazione: Rudi Garcia confida nel nuovo progetto di ricostruzione della Nazionale targato Roberto Mancini.

Nazionale: Rudi Garcia, parole al miele per Mancini e Balotelli. L’ex tecnico della Roma Rudi Garcia, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla Gazzetta dello sport riguardanti il nostro campionato e la nostra “nuova nazionale”. Un’intervista a 360 gradi, dove l’attuale tecnico del Marsiglia si sofferma sul sistema calcistico italiano e le difficoltà che hanno i giovani ad emergervi. La stessa difficoltà la si può notare dalla mancata qualificazione ai Mondiali da parte degli Azzurri.

Nazionale: Rudi Garcia, parole al miele per Mancini e Balotelli. Le dichiarazioni.

L’ex tecnico della Roma afferma quanto segue: “È difficile fare un’analisi dei motivi. Forse in Serie A giocano troppi stranieri, ma di talenti ne avete, anche se potrebbero essercene di più.” Parole chiare e decise quelle di Garcia. Egli recrimina la scarsa attenzione da parte dei club nella crescita dei giovani. “I nostri centri federali invece funzionano bene nel reclutamento e così produciamo tanti ottimi calciatori, anche se poi il nostro torneo non ha la forza di trattenerli.” Il tecnico si sofferma anche sulla situazione  League One e del suo Marsiglia, affermando che pur trattandosi di uno dei campionati principali in Europa è sempre difficile mantenere lo stesso organico per più stagioni. Garcia rilascia parole importanti anche sulla nazionale Italiana e alcuni suoi componenti: “Mancini? È bravo, esperto e pronto a lavorare con i tanti giovani di talento che avete.”. Gli azzurri del Mancio hanno convinto nella prima uscita ufficiale contro L’Arabia Saudita. Qualche svista difensiva di troppo forse, ma si sono intravisti segnali di buon gioco e approccio alla partita, pur considerando il modesto valore della compagine avversaria. Segnali positivi sono arrivati principalmente da una vecchia conoscenza della nazionale Italiana, Mario Balotelli. Pressing, goal e ottimi spunti, per un Mario 2.0 pronto  alla definitiva consacrazione. Garcia si fa scappare anche qualche dichiarazione sul mercato in entrata: “Lo vuole il mio Marsiglia? Di due cose non parlo: di mercato e di Roma. Però le dico che l’ho seguito da vicino ed è uno dei più forti giocatori d’Italia. In Francia ha fatto benissimo, non ha mai avuto problemi di comportamento ed è stato apprezzato dai compagni. Se il Marsiglia vuole migliorare, deve puntare ad acquistare giocatori forti”. Chissà che Super Mario non si possa accasare proprio alla corte di Rudi Garcia per la sua definitiva consacrazione?.