Nazionale: Francia troppo forte, Italia surclassata. A Nizza finisce 3-1

L'italia di Mancini crolla a Nizza. Vittoria convincente degli uomini di Deschamps.

Nazionale: Francia troppo forte, Italia surclassata. A Nizza finisce 3-1.  All’Allianz Riviera la nazionale francese s’impone per 3-1 contro un’Italia “sperimentale”. Le reti di Umtiti, Griezmann (su rigore) e Dembélé affossano gli Azzurri, solo illusoria la rete di Bonucci del momentaneo 1-1.

Nazionale: Francia troppo forte, Italia surclassata. A Nizza finisce 3-1. L’analisi della partita

Amichevole di lusso per gli Azzurri di Mancini, troppa la differenza tecnica tra le due squadre, l’Italia viene schiacciata dagli uomini di Deschamps fin dai primi minuti. Dopo solo 8 minuti, Umtiti sfrutta una disattenzione difensiva e insacca alle spalle di Sirigu la rete del 1-0. Pochi minuti dopo, una staffilata dalla distanza di Kantè, uno dei migliori del match, si schianta sul secondo palo. L’italia sfrutta male le poche occasioni create nel primo tempo, il centrocampo ridisegnato da Mancini fatica a macinare buon gioco e fraseggi. Al 29′ uno sgambetto maldestro di Mandragora su Griezmann regala il calcio di rigore ai Transaplini, che segnano il 2-0 con quest’ultimo. Gli Azzurri soffrono la fisicità dei Francesi fino al 35′, quando Balotelli si guadagna e calcia un punizione al limite dell’area avversaria. Tiro forte e teso di Super Mario, bloccato male da Lloris, il quale da la possibilità a Leonardo Bonucci di avventarsi sul pallone vagante e segnare la rete del 2-1, facendo terminare così il primo tempo. I secondi 45 minuti si aprono con degli ottimi spunti dell’Italia grazie alla tecnica di Chiesa e Balotelli, un contropiede nato dal nulla, porta però Dembélé a colpire la traversa. Il giovane esterno del Barcellona ci proverà nuovamente al 63′, e questa volta, grazie a un rimpallo sfortunato della retroguardia Italiana, si presenta al limite dell’area e con un tiro da cineteca, piazza il pallone all’incrocio dei pali per il 3-1 finale. La partita si chiude virtualmente con questo gesto. Poche, troppo poche le idee degli Azzurri che non riescono mai a entrare in partita. A nulla servono gli ingressi di Cristante, Insigne e Belotti ai fini del risultato. Italia e Mancini dunque rimandati ai prossimi impegni Nazionali, in attesa di vedere i frutti del lavoro del nuovo tecnico.