Nazionale, dentro Kean fuori Balo

Mancini lascia a casa Balo e Belotti, portando con sè ben 10 attaccanti. E’ aperto il casting per il numero 9 della Nazionale

Per i primi due impegni delle qualificazioni agli Europei del 2020 (Finlandia sabato 23 marzo a Udine e Liechtenstein martedì 26 a Parma), Mancini ha diramato i suoi 29 convocati. Spiccano, fra convocati, i giovani Zaniolo che non ha bisogno di presentazioni, Mancini il difensore goleador orobico classe 96’, Barella e Chiesa classe 97’ oramai pronti per una “big”, Donnarumma e Moise Kean (00’) il più giovane della spedizione azzurra. Mancini conferma la sua volontà di far giocare i giovani azzurri, tutti ricchi di talento e grinta. Nell’elenco saltano subito all’occhio le assenze in attacco di Balotelli e Belotti. Nonostante entrambi i giocatori attraversino un buon periodo di forma, il ct ha virato verso altri “9”.

Casting per il 9

Il ct della nazionale Mancini ha le idee chiare su come dev’essere la nazionale: 4-3-3, squadra compatta e divertente cercando di mescolare omogeneamente la gioventù con l’esperienza. L’unico dubbio è legato al centravanti. Il ct ha convocato ben 5 prime punte di ruolo: Quagliarella, Pavoletti, Lasagna, Immobile e Kean. Questo perchè nessuno con la maglia della nazionale (Balotelli e Belotti compresi) è riuscito a ricoprire bene il ruolo della punta (ecco perché gli esperimenti con il tridente leggero Berna-Inisgne-Chiesa). Quindi tutti possono provare ad essere il 9 della nazionale anche l’ultimo arrivato Moise Kean. La lista degli attaccanti è infinita è Mancini è alla ricerca del suo bomber.