Napoli, Younes va ko: l’arrivo è rimandato?

Per il tedesco rottura del tendine d'achille

Il matrimonio tra Amin Younes e il Napoli proprio non vuole saperne di sbocciare: dopo un tira e molla durato mesi, con allegate innumerevoli polemiche, il tedesco sembrava finalmente ad un passo dal legarsi ai colori azzurri, ma…

Una telenovela iniziata a gennaio

Il Napoli inizia a corteggiare l’attaccante classe ’93 a gennaio di quest’anno; la trattativa sembrava in dirittura d’arrivo già in quel periodo, con il giocatore tedesco di origini libanesi che aveva già “assaggiato” l’ambiente di Castel Volturno, svolgendo tra l’altro le visite mediche.

Si dice che in quel periodo, Younes abbia già firmato un pre contratto che lo avrebbe legato ai partenopei per la prossima stagione; a febbraio però, col tedesco rientrato all’Ajax, i primi presunti malumori: scarso feeling con la città, nascosto dalla frase telecomandata: “Non so se giocherò al Napoli la prossima estate per motivi personali”.

Successivamente, Younes torna sui suoi passi, e le parti sembrano trovare finalmente un accordo per il definitivo trasferimento; ma, questa volta, a mettersi in mezzo non sono problemi “personali” o burocratici, bensì problemi fisici.

Lungo stop e addio Genoa

Sì, perché è notizia di ieri quella della rottura del tendine d’achille per lo sfortunato calciatore. L’infortunio non è da sottovalutare, e i tempi stimati di ritorno sui campi da gioco sono di almeno 7-8 mesi.

Tradotto: Younes e il Napoli rimanderanno ulteriormente la firma ufficiale sul contratto. La società di De Laurentiis avrebbe voluto acquistare a titolo definitivo il tedesco, ai margini del progetto Ajax quest’anno, per poi girarlo in prestito al Genoa di Preziosi, in modo da fargli prendere confidenza con il calcio italiano.

E’ stato proprio il presidente del Genoa a confermare che Younes non vestirà, almeno per adesso, i colori rossoblu proprio a causa di questo infortunio, che lo terrà fuori fino a gennaio. E chissà che questa, non sia la svolta per convincere definitivamente De Laurentiis a non puntare su questo giocatore, bensì su altri obiettivi.