Napoli, capitan Hamsik che ti succede?

Il capitano dei partenopei in questa stagione non ha ancora fornito prestazioni degne di nota, almeno a livello delle stagioni precedenti.
Nella partita di ieri contro il Liverpool non ha brillato, come tutta la squadra, che  sembra mancare di carattere in grado di reggere la pressione nei grandi match di Champions.
Non è la prima volta che nei match che contano il leader sembra gettare la spugna, quasi intimorito di fronte al giro palla dei centrocampisti avversari- ieri Henderson.
Il centrocampista inglese girava con precisione ed efficace la palla, mentre Hamsik sbagliava anche i passaggi più semplici, e sembrava privo di idee che un regista dovrebbe avere in ogni partita.
Nonostante tutto, Ancelotti lo ha tenuto in campo per tutta la partita, ma nei prossimi mesi dovrà trovare una soluzione per risolvere i problemi di una squadra ancora competitiva, con evidenti debolezze di carattere e mentalità, più che di abilità tecniche.
Nel frattempo, è lecito chiedersi se la storia d’amore con Napoli sia giunta al capolinea, ormai sono 10 anni che il centrocampista slovacco ha incantato i tifosi e ha lasciato un pezzo di sé nella storia del Napoli.
Oggi, a 31 anni, bisognerebbe chiedersi quanto potrebbe dare alla squadra, e se forse sarebbe meglio puntare su Fabian Ruiz, nota positiva per questa stagione.