Morte Astori, Della Valle: “Una tragedia immensa”

Uno schock immenso. Questo è lo stato d’animo di Andrea Della Valle dopo la scomparsa di Davide Astori. Ai microfoni di alcuni giornalisti ha riportato alcune parole in merito alla tragedia di questa mattina:

“Lunedì doveva firmare a vita”

Sono queste le parole di un Della Valle visibilmente commosso e distrutto: “”Un dolore immenso, penso alla famiglia, alla compagna, alla figlia di Davide. Sono orgoglioso di aver avuto Astori con noi negli ultimi quattro anni, con lui avevo un rapporto particolare, era un uomo con qualità uniche. Siamo tutti stravolti. Lunedì avrebbe rinnovato il contratto. Una tragedia immensa. Pensare alla famiglia e ai ragazzi ci sconvolge, non ho molto altro da dire. Vediamo in questi giorni come affrontare questa prova di vita così difficile. Io parlo per rispetto dei giornalisti, ma non c’è molto che possa dire. Astori avrebbe dovuto rinnovare lunedì, così da finire la sua carriera a Firenze. Era un punto di riferimento per tutta la squadra, anche a Bologna abbiamo parlato una mezz’oretta del progetto e dei nuovi ragazzi. Sembrava lui l’allenatore e il direttore sportivo… Dobbiamo andare avanti e vi chiedo di capire il nostro stato d’animo. I ragazzi dovranno avere la forza di reagire, io sono orgoglioso di averlo conosciuto. C’era un rapporto speciale con lui tra di noi. E’ stato il primo a credere in questa ripartenza, ci mancherà per sempre. Era un vero capitano. La città ci stia vicino, soprattutto alla famiglia. Lo choc è ancora troppo forte per le qualità morali che Astori aveva. Nello spogliatoio era speciale, lo si vede dall’affetto che i compagni hanno nei suoi confronti”.