Il ritiro silenzioso di Montolivo: nemmeno convocato con il Frosinone

L’addio di Riccardo Montolivo al Milan è stato estremamente silenzioso, o comunque meno rumoroso di quello di Ignazio Abate e di Christian Zapata. I due sono stati, infatti, omaggiati nell’ultima gara della stagione dei rossoneri a San Siro, mentre l’ex Fiorentina non è nemmeno stato convocato.

Al Milan dal 2012, divenne da subito perno del centrocampo e nella stagione 2013/2014 ereditò la fascia di capitano da Massimo Ambrosini. Con l’arrivo di Lucas Biglia la situazione è però cambiata. L’Italiano finisce in panchina e Gattuso gli comunica che non rientra più nei suoi piani tecnici. Ma Montolivo non abbandona la barca e resta fino alla fine.

Con il contratto a in scadenza il prossimo Giugno, è però costretto a lasciare il suo Milan e lo farà nell’assoluto anonimato. È infatti dal 13 Maggio 2018 che Montolivo non vede il campo, quando entrò da subentrato a Bergamo contro l’Atalanta e venne espulso.

Vedremo cosa sceglierà il 34enne, che potrebbe cercare un nuovo club con il quale riscattare le ultime stagioni senza vedere il campo. Non è da escludere però la scelta di smettere definitivamente di giocare.