Mondiali, Germania-Svezia 2-1: analisi del match. Kroos salva i tedeschi all’ultimo respiro!

GERMANIA-SVEZIA 2-1

Al termine di una partita emozionante la Germania torna pienamente in corsa per la qualificazione agli ottavi di finale, che a 45′ dalla fine sembrava utopia. I tedeschi vanno sotto con la Svezia, pareggiano, poi restano in 10 e trovano nel finale il gol vittoria. Ma andiamo con ordine.

PRIMO TEMPO

Partono forte i tedeschi che subito vanno a caccia del vantaggio con la conclusione di Draxler murata da Granqvist. L’occasione più ghiotta però è per gli svedesi e capita sui piedi di Berg ma Neuer compie un autentico miracolo. Poi lo stesso attaccante svedese si lamenta per una spinta di Boateng che poteva essere punita con il calcio di rigore. La Svezia insiste ancora con Berg e al 34′ trova addirittura il vantaggio grazie al gol di Toivonen in pallonetto su assist di Claesson dopo un errore di Kroos. Nel finale succede di tutto: Olsen si supera su Muller e poi la Svezia va vicina al 2-0 con Claesson che non tira da buona posizione. Allo scadere è Boateng ad andare vicino al gol.

SECONDO TEMPO

Pronti via e la Germania trova il pareggio al 49′ con Reus che viene servito al meglio da Werner e di ginocchio devia il pallone in rete. Da lì in poi inizia l’assedio tedesco: ci provano nell’ordine Kroos da fuori, Muller di testa ed Hector a rimorchio ma il pallone non entra. Ancora Kroos va vicino al gol prima che la Svezia si faccia vedere per la prima volta dalle parti della porta avversaria nel secondo tempo con Forsberg. A una manciata di minuti dalla fine i tedeschi restano in 10 per il doppio giallo di Boateng ma non demordono. Gomez chiama Olsen al miracolo, Brandt colpisce un palo clamoroso e al 95′ Kroos su punizione trova il gol decisivo che mantiene in corsa la Germania.