Mondiali, Argentina-Croazia 0-3: analisi del match. Messi e compagni annichiliti e a rischio eliminazione

ARGENTINA-CROAZIA 0-3

Aspettavamo la prima sorpresa del Mondiale ed eccola qui. L’Argentina di Leo Messi è umiliata dalla Croazia con tre reti nella 2° giornata del girone D ed è a rischio eliminazione. Croazia invece già qualificata agli ottavi di finale.

PRIMO TEMPO

L’avvio è su ritmi bassi e la prima occasione capita sul piede di Perisic ma Caballero è bravo ad opporsi. L’Argentina risponde con Meza che costringe Lovren al gran salvataggio di corpo. L’occasione più grande del primo tempo arriva al 22′: Acuña mette un cross insidioso che sorprende Subasic e si stampa direttamente sulla traversa. Poco dopo un pasticcio di Lovren e Subasic lascia la porta sguarnita a Perez che tuttavia colpisce male. La reazione dei biancorossi è affidata a Mandzukic ma l’attaccante della Juventus manda fuori in tuffo. L’ultima chance è per Rebic che calcia alto.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa dopo il tiro centrale di Aguero è un errore clamoroso di Caballero ad accendere la partita: al 53′ l’estremo difensore sudamericano serve direttamente Rebic che porta in vantaggio i suoi con un tiro potente al volo. Nemmeno la girandola di cambi sveglia l’Argentina che ci prova senza grosse pretese con Meza e Messi. Entra Dybala ma calcia alto, è la Croazia di nuovo invece a trovare la via del gol con Modric che all’81’ fredda Caballero con un destro dal limite. I biancorossi giocano sul velluto e Rakitic prima colpisce l’incrocio dei pali su punizione e poi al 91′ cala il tris a porta vuota.