Mondiali: Ahmed Musa, il trascinatore della Nigeria!

Mondiali: Ahmed Musa, il trascinatore della Nigeria! La Nigeria vince lo scontro diretto con l’Islanda per 2-0. Sorprendente la prova di Ahmed Musa, autore di una doppietta e una prestazione maiuscola. Delicata e affascinante, la situazione che si è creata ora nel gruppo D. Da dentro o fuori sarà la partita contro l’Argentina in programma martedì 26 Giugno. Tutto questo, ovviamente, sarebbe vano se l’Islanda dovesse far risultato pieno contro la Croazia.

Mondiali: Ahmed Musa, il trascinatore della Nigeria! l’identikit del giocatore:

Forse è un caso, forse semplicemente il destino, quello che è certo è che i Mondiali ci hanno sempre portato a raccontare storie incredibili, rivincite sofferte di calciatori che hanno saputo aspettare il momento giusto. Questa è la rivincita di Ahmed Musa. Il nigeriano, classe 1992, muove i suoi primi importanti passi calcistici nel Kano Pillars, società nigeriana. Nel 2010 arriva finalmente il salto di qualità, Il Venlo, squadra del massimo campionato olandese,  che lo acquista e lo fa esordire il 30 Ottobre contro Il Groningen. La sua prima stagione in Europa si concluderà con 23 presenza e 5 gol. Il definitivo salto di qualità arriva nel 2012, quando il CSKA di Mosca acquista il suo cartellino per 5 milioni di euro. Musa diventa un punto fermo per la squadra russa e il nuovo campionato sembra poter esaltare le sue qualità di velocista.  La sua parentesi russa durerà 4 anni, e con 125 presenze e 42 gol, diventerà uno dei migliori giocatori del campionato. Nel 2016 arriva una nuova avventura per Musa, la Premier League e il Leicester di Claudio Ranieri. Questa ultima parentesi non è molto fortunata per lui, tanto da durare appena due stagioni dove colleziona 21 presenze e 2 gol. Nel 2018 torna in prestito nella squadra che forse lo ha esaltato più di tutti, Il CSKA di Mosca, andando a segno 6 volte in 10 presenze.

Mondiali: Ahmed Musa, il trascinatore della Nigeria! L’analisi post partita.

Un spina nel fianco per la difesa Islandese, la descrizione perfetta di Ahmed Musa. Partita perfetta quella del nigeriano che segna una doppietta e prende anche una traversa. La prima rete arriva al 49′ quando, il classe 92′, sfrutta un assist di Moses e fredda il portiere islandese. La seconda rete arriva al 75′ e nasce da una sua azione personale, parte dalla sinistra, si accentra, salta il portiere e deposita in rete. Nel finale, viene concesso un calcio di rigore a favore dell’Islanda che però non viene concretizzato da Sigurðsson. La Nigeria ora deve battere l’Argentina per poter sperare di accedere agli ottavi e potrebbe proprio essere Musa, il calciatore giusto, per poter tenere vive le speranze di un’intera nazione.