Mondiali 2018, Senegal: convocati, punti di forza e punti deboli della squadra!

In ottica Mondiale 2018 è riuscita a qualificarsi tra le 32 squadre il Senegal, che esordirà il 19 giugno contro la Polonia.

GIRONE H

Inserito nel girone H il Senegal dovrà affrontare oltre alla Polonia la Colombia e il Giappone.

LA LISTA DEI CONVOCATI

Portieri: Abdoulaye Diallo (Rennes), Alfred Gomis (Spal), Khadim Ndiaye (Horoya).

Difensori: Lamine Gassama (Alanyaspor), Saliou Ciss (Valenciennes), Kalidou Koulibaly (Napoli), Kara Mbodii (Anderlecht), Youssouf Sabaly (Bordeaux), Salif Sane (Hannover), Moussa Wague (Eupen).

Centrocampisti: Idrissa Gueye (Everton), Cheikhou Kouyate (West Ham), Alfred Ndiaye (Wolverhampton), Badou Ndiaye (Stoke City), Cheikh Ndoye (Birmingham), Ismaila Sarr (Rennes).

Attaccanti: Keita Baldé (Monaco), Mame Biram Diouf (Stoke City), Moussa Konate (Amiens), Sadio Mané (Liverpool), MBaye Niang (Torino), Diafra Sakho (Rennes), Moussa Sow (Bursaspor).

I PUNTI DI FORZA

Inutile dire che il calciatore più pericoloso del Senegal è Manè che è reduce da una straordinaria stagione con il Liverpool. L’altra stella senegalese arriva dal nostro campionato ed è Koulibaly che guiderà la difesa per tutto il Mondiale. Altro calciatore da tenere d’occhio è Keita Balde reduce da una stagione non positiva con il Monaco.

I PUNTI DEBOLI

La difesa del Senegal tolto Koulibaly è davvero poca roba e potrebbe soffrire molto sin dai gironi. Visto che si dovranno affrontare attaccanti come Lewandowski, Falcao, James Rodriguez.