Mondiale femminile, l’Olanda vola in finale

Olanda Svezia
Foto: Twitter Sky Sport

Nella giornata di oggi, alle 21, si è disputata la seconda semifinale di questa edizione della Coppa del Mondo di calcio femminile: Olanda-Svezia. Il match si è giocato nello Stade de Lyon ed è stata una gara combattutissima, ma non colma di grandi emozioni. Nel pre-partita si credeva ad una vittoria da partedell’Olanda, che era la favorita, essendo la campionessa europea del calcio femminile. Infatti, come da pronostico, le ragazze olandesi hanno sconfitto per 1-0 la Svezia, conquistando il pass per la finale di questa Coppa del Mondo di calcio femminile. Le ragazze di Wiegman, grazie al gol di Groenen, affronteranno gli Stati Uniti, che hanno sconfitto l’Inghilterra di Neville per 2-1. Finisce qui l’avventura della Svezia di Gerhardsson.

Primo tempo

Qualche piccola avanzata da una parte e dall’altra nei primi minuti. Al 9′ Miedema aggancia un pallone invitante nell’area piccola della Svezia, ma viene intercettata da Sager che salva momentaneamente la sua Nazionale. Al 16′ la prima conclusione in porta, da parte dell’Olanda, con Bereensteyn, che cerca la gran botta a rete, il tiro è potente ma centrale e finisce tra le braccia di Lindahl. La prima vera e grande palla gol del match è arrivata al 37′: sugli sviluppi dell’angolo della Svezia, ci prova prima la Rubensson dal limite. Dopo la deviazione, zampata della Hurtig in piena area, che viene però respinta con un grande intervento coi piedi di Van Veenendaal. Finisce così un primo tempo molto combattuto e con poche emozioni.

Secondo tempo

Il primo tempo inizia con una piccola occasione da parte della Svezia con Blackstenius, che penetra in area ma viene fermata con una granda chiusura della Bloodworth. Ma nella metà del secondo tempo ci sono le due grandi occasioni del match: al 56′ la Svezia becca il palo. Sugli sviluppi di un corner prima la Asllani effettua un tiro dal limite dell’area che però viene murato e poi viene realizzata una diagonale dalla destra dalla Fischer, una deviazione in tuffo della van Veenendaal è decisiva, infatti la ragazza olandese manda il tiro rasoterra sul palo. La seconda super occasione è dell’Olanda, al 64′, che invece colpisce la traversa: un cross sulla destra pesca la centravanti olandese Miedema, che colpisce la palla di testa da ferma direzione secondo palo: la Lindahl però fa un intervento strepitoso, sfiora la sfera con la punta delle dita, scaraventandola sulla traversa. Un bel secondo tempo finisce sullo 0-0, ai va ai supplementari.

Tempi supplementari

Nel primo tempo supplementare, dopo 9 minuti, al 99′, l’Olanda sblocca la partita con la rete di Groenen. Una grande combinazione olandese ha portato a un gran destro da venti metri, indirizzato verso il secondo palo, di Groene,, che porta in vantaggio la squadra di Wiegman. Nel secondo tempo supplementare l’Olanda è chiusa dietro, mentre la Svezia è tutta in attacco. Ad ogni palla recuperata consegue potenzialmente un contropiede olandese o un attacco pericoloso da parte della Svezia. Finisce qui una partita infinita e l’avventura in questo Mondiale della Svezia, invece l’Olanda raggiunge la finale grazie al gol di Groenen.