Mondiale 2018: Africa maledetta, nessuna squadra agli ottavi di finale

Per l'Africa è un Mondiale da dimenticare. Nessuna squadra agli ottavi di finale, mai così male dal 1982.

Non accadeva da 36 anni

Era dal mondiale del 1982 che non succedeva una situazione del genere. Nonostante la netta arretratezza calcistica rispetto agli altri continenti, l’Africa era sempre riuscita in questi 36 anni a portare almeno una squdra agli ottavi. Il massimo risultato raggiunto da una squadra del continente nero furono addirittura i quarti, raggiunti da Camerun (1990), Senegal (2002) e Ghana (2010). Questa volta invece non c’è stato niente da fare. Squadre poco attrezzate e una grande dose di sfortuna le principali cause di questo fallimento. Onestamente le varie Tunisia, Marocco e Egitto (con l’attenuante di un Salah fuori forma) hanno dimostrato di non essere all’altezza di andare oltre la fase a gironi. La sfortuna ha fatto invece la sua parte nei casi di Nigeria e Senegal. I primi erano ad un passo dall’eliminare l’Argentina di Messi, ma un gol a 5′ dalla fine di Rojo ha decretato l’eliminazione delle Super Aquile. Ancor più sfortunato il Senegal. Arrivato a pari punti con il Giappone, è stata la situazione dei cartellini gialli a far fuori Koulibaly e compagni da Russia 2018. Insomma, tra alibi e tanta sfortuna, gli africani sperano di dimenticare in fretta il Mondiale russo.