Milan, vittoria dal sapore di Champions! L’Atalanta va Ko 1-3,tra i rossoneri è sempre più Piatek mania!

Il Milan non si ferma più, e grazie ad un super Piatek ( doppietta), sbanca l'”Atleti azzurri d’Italia”. I rossoneri vincono in rimonta, sfruttando l’ennesima serata di grazia del giovane attaccante polacco. Ai bergamaschi non basta la rete di Freuler.

Com’è andata la partita

Dopo un discreto primo tempo, i padroni di casa passano grazie ad un gran gol dello svizzero. Poi però, nel finale di prima frazione, la squadra di Gattuso si sveglia, trascinata dal solito Piatek. I rossoneri, dapprima riportano la partita sull’1-1 grazie all’ex Genoa (fine primo tempo), poi operano il sorpasso nella ripresa prima Calhanoglu e poi di nuovo il bomber milanista fissano il punteggio sul 3-1 finale. L’Atalanta perde in casa, dopo una serie di risultati utili consecutivi, con annesso passaggio alle semifinali di Coppa Italia ai danni della Juve. Il Milan sembra davvero non volersi fermare più, dopo l’arrivo di Piatek i milanesi vanno a “mille”. Gattuso, dopo la cessione di Higuain seembra davvero aver trovato la punta d’attacco ideale.

Quarto posto rafforzato

Dopo questa vittoria, in un vero e proprio spareggio per l’Europa, i rossoneri rafforzano il proprio quarto posto, portandosi a +4 sugli stessi atalantini, stesso distacco che separa momentaneamente anche Roma e Lazio dal Milan. Ma il Diavolo, che qusi tutti ritenevano meno forte , alla vigilia del campionato, rispetto all”Inter, si trova provvisoriamente a-1 dal terzo posto occupato dai nerazzurri. Una serie di risultati positivi a cui il Milan vuole assolutamente continuare a dar seguito, a partire dalla prossima partita con l’Empoli. Piatek, numeri fin qui da sogno!

Piatek, numeri fin qui da sogno!

E’ arrivato nella sessione invernale di mercato come una vera e propria scommessa. Doveva rimpiazzare un attaccante come Gonzalo Higuain, e direi che lo sta facendo nel migliore dei modi. Piatek è stata una vero e proprio “azzardo di mercato” da parte del duo Leonardo- Maldini, e i numeri stanno finora dando ragione ai dirigenti rossoneri. Arrivato dal Genoa, il centravanti, sebbene la sua giovane età, non ha mai difettato nel vedere la porta avversaria con un gran senso del gol. Si temeva che, arrivando in un top club, quale il è il Milan, la punta polacca perdesse l’attitudine ad andare in rete. Così non è stato, anzi. In appena 5 partite in maglia rossonera, sono state (con le due segnate ieri), già 6 le reti messe a segno. Un vero e proprio cecchino d’aria di rigore. Corsa, pressing e gol al primo pallone toccato… I tifosi, allenatore e dirigenza milanista non potevano che augurarsi avvio migliore!