Milan, il punto sul mercato rossonero

PANORAMICA GENERALE

Il Milan si prepara alla rivoluzione Giampaolo, impostata sul mantra ‘testa alta e giocare a calcio’, contrastante con quello del nerazzurro Conte: ‘testa bassa e pedalare’. Il tecnico nativo di Bellinzona ha chiesto vari profili da acquistare: un terzino rapido, Hernandez, un centrocampista di sostanza, Krunic, e due centrocampisti dai piedi buoni.

Nell’ultimo ambito il club di Via Aldo Rossi sta lavorando quotidianamente: i rossoneri hanno infatti chiuso la trattativa che porterà Ismael Bennacer a Milano, la cifra d’acquisto ammonta a 15 milioni circa. Inoltre, sempre nella mezzeria del campo si lavora con la Fiorentina per Jordan Veretout. Il Milan, per il francese, non è disposto ad aste e in giornata presenterà la sua ultima offerta ufficiale. Inoltre, si trattano con una certa urgenza vari nomi di difensori centrali, data la partenza a parametro zero di Zapata.

CAPITOLO VERETOUT

Un centrocampo da rimpolpare di qualità e sostanza, questa la richiesta di Giampaolo alla dirigenza. Il primo colpo è stato Rade Krunic, buon rincalzo come mezzala. Il secondo è in arrivo: Ismael Bennacer, in finale di Coppa d’Africa con la sua nazionale algerina. Il terzo sembra più complicato del previsto, a causa dell’inserimento nella trattativa della Roma: ovviamente il giocatore in questione è Veretout. Nella corsa a due, il Milan ha dichiarato di non voler partecipare ad un’asta e sta per presentare la sua ultima offerta.

La cifra totale ammonterà a 20 milioni, suddivisi in 18 immediati e 2 di facili bonus. Ancora ignoto come verrà sciolto il nodo Biglia: il centrocampista argentino piace molto a Montella e potrebbe essere inserito nella trattativa, ma non conosciamo ancora la cifra che potrebbe rappresentare.

CERCASI DIFENSORE

AAA CERCASI DIFENSORE CENTRALE’. Equesto il manifesto che dovrebbe campeggiare a Casa Milan, sede di mercato rossonera. Con l’addio a parametro zero di Cristian Zapata, che giocherà con il Genoa la prossima stagione, i rossoneri sono rimasti con solo tre centrali a disposizione. Dei tre, Romagnoli è l’intoccabile, Musacchio è un giocatore da ballottaggio per il posto da titolare e Caldara è ancora da valutare, a causa della sua fragilità. Serve quindi un titolare forte, che segua le linee guida della società: giovane, pronto per il posto da titolare e che guadagni meno di 2/3 milioni annui. Il primo nome che si era fatto in quest’ottica è stato Kabak, che però ha preferito accasarsi allo Schalke, con la certezza di un posto da titolare.

Poi si è parlato di due centrali croati, connazionali di Boban: Nastasic e Lovren, entrambi sono fuori dalle linee guida del progetto, ma porterebbero esperienza, quantità e grinta. Infine, sono stati accostati al Milan German Pezzella e Dayot Upamecano. Il primo, in forza alla Fiorentina, sembra il più vicino a vestire rossonero, data la valutazione di 20 milioni circa. Per il secondo era stato sondato il terreno, ma la risposta del Lipsia – 50 milioni cash o nulla – ha spento ogni speranza.