Milan ecco Krunic! Tutto sul primo colpo targato Maldini – Boban

Rade Krunic, prossimo centrocampista del Milan.

Rade Krunic è un nuovo giocatore del Milan. La notizia è rimbalzata nella giornata di ieri, per quello che si può considerare il primo acquisto della nuova dirigenza rossonera targata Maldini – Boban. Il duo infatti è stato decisivo nella scelta del centrocampista, anche se dietro c’è lo zampino dell’ex ds Leonardo. Il giocatore è pronto a firmare il suo nuovo contratto settimana prossima, quando ci saranno anche le visite mediche. Contratto che lo legherà ai rossoneri per 4 anni.

L’operazione che nasce da lontano

Anche se a formalizzare l’acquisto saranno Maldini e Boban, l’operazione Rade Krunic nasce e prende forma già da più di un mese. Era stato, infatti, l’ex ds rossonero Leonardo, che ha lasciato l’incarico ad inizio Giugno, a bloccare il giocatore all’inizio di Maggio, avviando i contatti con l’Empoli. Operazione sempre condivisa da Paolo Maldini che ha voluto sentire l’opinione di Boban, anche lui prossimo all’ufficializzazione attendendo il parere della Uefa. Dopo il si di quest’ultimo, è arrivato anche il benestare di Marco Giampaolo, prossimo allenatore rossonero in attesa di formalizzare la sua uscita dalla Sampdoria. Giampaolo, infatti, ha lavorato con Krunic nella stagione 2015/2016, quando era ancora allenatore dell’Empoli. Impossibile dunque per lui rifiutare un giocatore di tale duttilità e che già conosce il gioco e la metodologia di lavoro del tecnico.

Krunic: grinta e tenacia

Realizzo il mio sogno, non ci credo ancora“. Sono state queste le prime parole di quello che ormai si può definire l’ex centrocampista dell’Empoli. Giampaolo è già pronto a sfruttarlo come mezz’ala di inserimento e il Milan crede molto nel suo talento. Per lui, in questa stagione, sono arrivati 5 gol, coadiuvati da 6 assist, che tengono fede al suo rendimento medio, anche se due stagioni fa, in Serie B, a parità di gol, di assist ne erano arrivati 10. A colpire, però, sono la grinta e la tenacia, oltre che la straordinaria utilità del bosniaco in fase offensiva.