Mezzo secolo di Maldini, la più grande bandiera rossonera

Compie oggi 50 anni Paolo Maldini, giocatore che occuperà sempre un posto speciale nel cuore dei tifosi milanisti e non. In quest’epoca di poche gioie e tante preoccupazioni sportive ai supporters rossoneri non resta che aggrapparsi disperatamente ai ricordi e Maldini è senza dubbio uno dei più luminosi.

Esordisce il 20 gennaio 1985 a soli 16 anni in una sfida di campionato contro l’Udinese. Una volta indossati quei due colori per la prima volta, Paolo non li abbandonerà più. In 22 anni di onorata carriera il grande capitano rossonero collezionerà una serie innumerevole di vittorie: 7 campionati, 5 Supercoppe Italiane, 1 Coppa Italia, 5 Champions League, 5 Supercoppe Uefa, 2 Coppe Intercontinentali e 1 Coppa del Mondo per Club.

Grazie alle sue doti tecniche, tattiche e di carisma è considerato uno dei difensori più forti e completi della storia del calcio. Nonostante il suo piede preferito sia il destro ha costruito gran parte della sua carriera come terzino sinistro. È stata probabilmente una delle ultime bandiere che ci ha regalato il calcio italiano.

DICONO DI LUI

  • “Maldini? È semplicemente il miglior difensore del mondo.” (Fabio Capello)
  • “Il più grande di tutti. Penso che, con uno come lui, un ragazzo che arrivava al Milan non poteva sbagliare se era intelligente. Aveva un esempio troppo importante.” (Gennaro Gattuso)
  • “Tecnicamente Ronaldo è stato il compagno più forte con cui mi sia capitato di giocare, una macchina da guerra. Ma in un’ottica più complessiva il migliore è stato Maldini. Difensore. Difensorissimo. Superlativo assoluto. Superlativo e basta.” (Andrea Pirlo)
  • “Sei il grande Maldini, nemmeno a quarant’anni avevi perso il tuo istinto competitivo. Hai iniziato a giocare quando io ero ancora un bambino e non ho mai smesso di ammirarti. Dicono che via via che si cresce i miti cadono. Con te mi è successo tutto il contrario. La mia ammirazione verso di te non ha fatto altro che aumentare col passare del tempo.” (Carles Puyol)
  • “Quando giocavo contro il Milan attaccavo dove non difendeva Maldini”. (Zinedine Zidane)
  • “Ci sono grandi giocatori e ci sono fuoriclasse, Paolo è andato oltre questo termine. È un simbolo.” (Alessandro Del Piero)
  • “Uno dei giocatori che mi ha messo più in difficoltà. Ogni volta che andavo dal suo lato, praticamente l’azione non andava avanti. Spesso infatti andavo dalla parte opposta. ” (Ronaldo Da Lima)