Messico travolto, è 3-0 contro la Svezia

Svedesi concentratissimi, autori di 90 minuti senza sbavature, Messico travolto.

during the 2018 FIFA World Cup Russia group F match between Mexico and Sweden at Ekaterinburg Arena on June 27, 2018 in Yekaterinburg, Russia.

Analisi della partita

Il Messico viene travolto per 3-0 da una Svezia solidissima e spietata. Nonostante le prime due prestazioni incoraggianti, la formazione di Osorio pare non scesa in campo oggi; la Svezia, invece, si conferma gruppo coeso e tenace.

Primo tempo

Alla Ekaterinburg Arena si parte subito forte con l’ammonizione più veloce della storia dei Mondiali, bastano 11 secondi per una manata di Gallardo su Toivonen.
Le prime occasioni mostrano errori da entrambe le parti, con Berg e Forsberg che non trovano la porta da buona posizione, e Vela che spedisce a lato un sinistro convincente.
Al 30′ gli Scandinavi chiedono il calcio di rigore per un tocco di mano di Hernandez ma, una volta consultato il VAR, l’arbitro Pitana fa giustamente proseguire.
Ochoa si conferma l’uomo dei Mondiali, con varie parate importanti che tengono a galla un Messico spento, nonostante una Svezia molto propositiva.

Secondo tempo

Anche la ripresa segue il copione visto nella prima frazione, con il Tricolor che non convince nemmeno in contropiede, già carta vincente con la Germania.
Arriva infatti l’1-0 di Augustinsson, che conclude a rete di sinistro trasformando in assist un liscio di Claesson; primo gol in nazionale per il terzino svedese, e che occasione per trovarlo!
Il Messico di fatto non si rialza più, al 60′ concede un rigore scolastico su Berg, che con esperienza difende il pallone e si fa stendere da Moreno, per il quale arriva anche il giallo.
Sul dischetto va Granqvist, che spara in alto a destra di un incolpevole Ochoa: 2-0, il capitano svedese si conferma specialista dagli 11 metri.
Gli uomini di Osorio non tentano nemmeno di rientrare in partita, se non con qualche sprazzo facilmente neutralizzato dall’attento Olsen, davvero poco impensierito oggi.
Al 74′ la partita finisce senza possibilità di appello, con Alvarez che trova un maldestro autogol di mano, nuovamente sfortunata la formazione centroamericana.
Solo Corona prova a trovare il 3-1 poco dopo, ma non si concretizza alcuna occasione, e le emozioni del campo finiscono qui.

Conclusione girone

La tensione per il Messico però dura fino ad un ipotetico 99′, quando arriva il triplice fischio anche a Kazan, dove a sorpresa la Germania perde 2-0 contro la Corea del Sud e consegna gli Ottavi al Tricolor.
Qualificazione sostanzialmente meritata per entrambe le squadre; Svezia prima con 6 punti, Messico secondo per differenza reti.