Messi, contro l’Atletico Madrid timbrato il gol numero 600 da professionista

Messi, il calcio in persona

Domenica 4 marzo 2018 passerà alla storia per due motivi: uno è quello ormai descritto troppe volte di cui sarebbe meglio non parlarne più. L’altro è un motivo più allegro: nel match di Liga tra Barcellona ed Atletico Madrid, partita giocatasi dopo un vibrante e toccante minuto di silenzio, Lionel Messi ha timbrato il proprio gol numero 600. Ben 600 reti da professionista di cui 539 indossando la maglia blaugrana e 61 realizzate con la casacca della nazionale Argentina. Insomma, guardare Messi giocare a calcio è come vedere il Calcio stesso in persona. Quella punizione con cui ha trafitto la porta dei colchoneros rappresenta la perfezione, una pennellata che è andata ad infilarsi nell’angolino alto della porta difesa da Oblak. Incredibile come il calcio riesca ad essere così incomprensibile: nel giorno della scomparsa di Davide Astori, Lionel Messi sigla la rete numero 600 da professionista. Due situazioni totalmente opposte, destinate a rimanere nella storia del calcio.

Oltre al record realizzato, la rete di Messi può pesare tantissimo sull’esito del campionato

La vittoria ottenuta domenica contro l’Atletico Madrid potrebbe significare molto in chiave campionato: i tre punti conquistati al Camp Nou dal Barcellona, potrebbero essere decisivi per la conquista del titolo. La rete di Lionel Messi siglata al minuto numero 26 del primo tempo, potrebbe ancora una volta essere decisiva. Un gol pesantissimo, che lo fa volare direttamente nell’Olimpo dei calciatori. La prima rete con la maglia del Barcellona l’ha realizzata nel lontano 2005 contro l’Albacete. Dalla stagione 2005/2006 ha siglato sempre almeno 10 reti a stagione. Analizzando i dati elaborati da Opta, Messi in carriera ha realizzato 38 triplette, 5 quaterne ed 1 pokerissimo, nel match contro il Leverkusen della Champions League 2011/2012, vinto 7-1 dal Barça. Nella stessa annata la Pulga ha toccato quota 82 gol segnati, totalizzando ben 91 timbri nell’intero anno solare 2012. In 13 anni ha messo a segno 374 gol in Liga. Numeri da brivido per un mostro sacro del pallone. E pensare che Messi militava nelle giovanili del Como: poi per delle incomprensioni dovute alla sua altezza, ha dovuto fare le valigie, lasciando l’amaro in bocca a tutti coloro che avrebbero potuto ammirare la Pulga giocare a calcio in Italia.